23 gennaio 2018

Abbandono rifiuti, zozzone avvisato, mezzo salvato

Quando si dice parlare chiaro. Probabilmente, se si fosse trattato di un ufficio pubblico, il cartello esposto contro l’abbandono di rifiuti avrebbe avuto questo tenore: “A tutti coloro che non sono in regola con la Tari, si raccomanda di non gettare i rifiuti presso i contenitori a noi riservati. Ai trasgressori che saranno individuati verrà commissionata una adeguata sanzione”. Ma alla guerra contro chi sporca ognuno partecipa con le armi che più ritiene efficaci. E se il Comune conduce la sua con l’utilizzo di fototrappole per il controllo del territorio, ci sono anche le battaglie private portate avanti da chi quotidianamente è costretto  a fare i conti con i rifiuti abbandonati da altri, in particolare gli esercizi commerciali che hanno i loro contenitori esposti su strada. Come la frutteria Il Chiosco in via Cervia che, libero da vincoli formali-burocratici, ha espresso lo stesso concetto con termini più schietti, rendendo il messaggio ancor più inequivocabile.
Chi abbandona i rifiuti nei contenitori della frutteria deve essere consapevole dei rischi che corre.
La guerra è guerra: zozzone avvisato, mezzo salvato.

frutteria il chiosco 2

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli