17 ottobre 2017

Addio a Leda Colombini

Una vita intensa e totalmente spesa in difesa degli emarginati, quella della Colombini, partigiana e storica dirigente e deputata Pci, fondatrice e presidente di “A Roma, insieme”, un’associazione di volontariato che si dedica ai bambini dai zero ai tre anni che vivono nel carcere Rebibbia femminile insieme alle loro madri. “La nostra associazione è nata nel ‘91 – ci raccontò la Colombini – per dare un aiuto concreto alle persone più deboli, siano esse carcerati, anziani, andicappati, ed è basata sul volontariato assoluto, spesso ricorrendo all’autofinanziamento”. Nel ’94 grazie al progetto “Conoscere e giocare per crescere” rivolto ai bambini che, secondo la legge, per la loro età possono convivere con le loro madri recluse, Leda organizzava tutti i sabati dell’anno una giornata all’aria aperta per una media di 20 bambini a volta portandoli spesso sul litorale di Fregene, in particolare allo stabilimento Il Patio di Emma Pascali (insieme a lei nella foto). “L’obiettivo è quello di permettere a questi bambini di uscire da un luogo di costrizione e sofferenza, com’è il carcere, – ci spiegò la Colombini – e di offrire loro il massimo di elementi di normalità che hanno i loro coetanei oltre a stimolare la loro creatività e la curiosità per tutto ciò che li circonda. Pensate all’impatto che possono avere su di loro posti come il mare, con la sua profondità, i suoi colori, così come una visita in una fattoria con gli animali, la montagna. Come concordano tutti gli psicologi, è proprio questa la fascia d’età decisiva per lo sviluppo della personalità, e il nostro compito è aiutarli a crescere e conoscere il mondo che sta al di fuori delle mura del carcere. Questi bambini devono sentire innanzitutto l’affetto e la disponibilità dei grandi verso di loro (ogni volontario è responsabile di un singolo bambino) ma anche, attraverso questa esperienza, imparare le regole della convivenza, di ciò che è giusto e sbagliato fare”. Una maestra di vita che lascia un vuoto immenso e che qui vogliono salutare per l’ultima volta gli amici di Fiumicino, Emma Pascali, Sandra Baffi, Adriana Bozzetto, Nicoletta Pasqui, Gabriella Monaco, Liliana Tiberi, Fernanda Verde, la famiglia De Chiara, Fabrizio Monaco.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli