21 settembre 2017

Al Premio Fregene si ricorda Mario Verdone

Luca Verdone e Laura Delli Colli (Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani) domani sabato 4 luglio, alle ore 20,30, in apertura della cerimonia di premiazione del Premio Fregene ricorderanno Mario Verdone recentemente scomparso.Mario Verdone è stato uno dei giurati “storici” del Premio Fregene. Fin dalla prima ora Verdone aveva accettato alla richiesta di Gino Pallotta di far parte della Giuria dando il suo prezioso contributo di intellettuale alla scelta delle opere e dei personaggi da premiare. Dal 1991 alla scomparsa di Gino Pallotta, la Manifestazione è stata presieduta dalla figlia Marina, la quale assegnò un Premio Fregene nel 1993 a Verdone per bel saggio “Feste e spettacoli a Roma” Newton Compton Editore. Con Marina Pallotta Verdone strinse un sodalizio anche editoriale, infatti pubblicarono nel 2003 “Fregenepoesia” Bandiera&Bandiera editore, il libro di poesie scritte e ispirate a Fregene, che l’autore tanto amava. Ecco due Haiku di Mario Verdone, da Fregenepoesia:  Dòndola il passero In cima a un getto esile del pinoDòndola il passeroLambito dalla brezza Fregene, 13 luglio 2000 Il vento Se non sei flessibile-chiese l’alberella –come puoi resistere al vento? Fregene, 18 luglio 2000  Luca Verdone è noto e stimato regista si dedica al teatro, alla ricerca universitaria e alla realizzazione di documentari d’arte, regista di documentari e programmi televisivi, laureato il lettere moderne con una tesi in Storia dell’Arte Moderna.Fa il suo esordio come regista con Antologia del Neorealismo (1980) e come regista cinematografico nel 1986 con il film 7 chili in 7 giorni, in cui ha affiancato il fratello Carlo a Renato Pozzetto, in una farsa improntata agli stereotipi della comicità usa e getta. Poi realizza La bocca (1990) , Il miracolo di Sant’Oronzo (1997) ,Dialetti miei diletti (1998) ,Il piacere di piacere.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli