26 settembre 2017

Al via la campagna

In questa occasione si parlerà anche del Poverty paper, il “libro bianco” sulla povertà, elaborato dalle Caritas di tutta Europa, e della petizione della campagna Zero Povertà, che si svolgerà ufficialmente da giugno a novembre, e che le Caritas invieranno alle istituzioni europee, dopo aver raccolto nel corso del 2010 almeno 1 milione di firme. Presenzierà l’apertura della campagna il vescovo della Diocesi Mons. Gino Reali; sono state invitate a intervenire all’iniziativa tutti gli amministratori comunali della Diocesi, oltre alla stampa e alle associazioni locali. Inoltre, tra i numerosi appuntamenti organizzati dalla Caritas diocesana durante il 2010 per promuovere la campagna Zero Poverty, ricordiamo la presentazione dei Report diocesano e europeo sulle povertà nell’ambito dell’Assemblea diocesana presso il Centro pastorale di La Storta il 24 e 25 settembre 2010, e le attività di informazione e sensibilizzazione per le scuole della nostra Diocesi, che si svolgeranno tra i mesi di settembre e novembre. Obiettivo di questa iniziativa di sensibilizzazione che vede impegnate le Caritas in ogni singolo Paese europeo, è chiedere alle istituzioni comunitarie e nazionali, l’impegno entro il 2015 a eliminare la povertà infantile in Europa, aumentare del 50% gli alloggi popolari e potenziare la fornitura di servizi sociali e sanitari, diminuire del 5% la disoccupazione e garantire a tutti un livello minimo di protezione sociale. Nell’Unione Europea, infatti, sono 79 milioni i cittadini che si trovano sotto la soglia di povertà, 23,5 milioni vivono con meno di 10 euro al giorno e un bambino su cinque è a rischio povertà.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli