22 settembre 2017

Alitalia, fine monopolio su Roma-Linate

Resta dunque confermato che Alitalia dovrà comunicare entro il 17 luglio all’Antitrust quelle misure idonee a rimuovere la posizione di monopolio sulla rotta che poi dovranno essere adottate entro il 28 ottobre 2012. I giudici hanno solo fissato al 10 ottobre la discussione del ricorso nel merito. Secondo l’Antitrust, sulla rotta Roma-Milano, Alitalia-Cai non subisce alcuna pressione concorrenziale da parte di altri vettori aerei, in ragione dell’impossibilità ad ottenere slot su Linate; il servizio di trasporto ferroviario ad Alta Velocità, poi, non viene ritenuto ancora “idoneo a disciplinare sufficientemente i comportamenti di Alitalia-Cai”. Per rimuovere il potere di mercato sulla Linate-Fiumicino, l’Antitrust ha ritenuto necessario “la presenza di un effettivo vincolo concorrenziale che non può che essere rappresentato dalla presenza di un altro vettore aereo” in grado di contendere ad Alitalia-Cai i passeggeri che utilizzano i voli della prima mattinata e della tarda serata e che disponga di un numero di slot sufficiente a garantire un’offerta adeguata. Soddisfazione è stata espressa da Frances Ouseley, direttore per l’Italia di EasyJet: “Siamo molto soddisfatti di questa decisione, che per alcuni versi era scontata, poiché la situazione di monopolio detenuta da Alitalia sulla Fiumicino-Linate è un dato di fatto da anni sotto gli occhi di tutti e pertanto difficilmente confutabile”. Ouseley ha aggiunto che easy Jet ha “tutte le potenzialità per investire in maniera stabile su Linate e siamo pronti a esercitare il nostro ruolo di concorrente, consentendo finalmente ai passeggeri di volare a prezzi convenienti”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli