26 settembre 2017

Alla Biblioteca Pallotta l’arte dell’educazione

“In questo momento storico c’è bisogno di una educazione al bello che rispetti la natura intima di ogni individuo in divenire – spiegano gli organizzatori – che nutra quel piccolo semino che ci portiamo dentro dalla  nascita. I bambini sono come argilla fresca, tutto ciò che rimane impresso li accompagnerà per tutta la vita, negativamente o positivamente. I bambini sono il futuro dell’umanità! Se vogliamo andare incontro al futuro non possiamo non andare incontro ai bambini. La pedagogia steineriana mira a sviluppare individualità libere in grado di continuare ad imparare per tutta la vita e a favorire il sano sviluppo dell’essere umano.STEINER  Rudolf  (Croazia 1861-Basilea 1925) teosofo e pedagogista. Studioso di Goethe, collaborò a Weimar alla grande edizione completa delle sue opere. Nel 1913 si staccò dalla teosofia ufficiale, fondando la Società antroposofica.in conformità agli interessi umanistici, per i quali l’antroposofia si distingue dalla teosofia, lo Steiner prodigò la sua attività in vari campi.Teorizzò l’iniziazione del fanciullo alle forme della vita spirituale superiore, nell’opera “L’educazione del fanciullo dal punto di vista della scienza dello spirito” e fondò a Stoccarda la scuola Waldof, ai cui metodi si ispireranno numerose altre istituzioni scolastiche. Ascoltando il relatore sorseggeremo del tè all’ombra degli alberi e assaggeremo qualche dolcetto. Se volete potete contribuire al frugale buffet”. www.bibliotecafregene.com.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli