23 settembre 2017

Ancora bufera su compostaggio Ama

L’Ama, l’azienda che si occupa della gestione integrata dei servizi ambientali nella Capitale, non ce la fa a smaltire nei suoi impianti la mole di rifiuti raccolti ogni giorno. Ma la differenziata in eccesso dove finisce?  Le telecamere Adnkronos -il video andrà in onda domani (oggi, ndr) sul Rotocalco Adnkronos e sul sito Ign (www.adnkronos.com)- hanno ripreso quello che accade ogni giorno nell’impianto di Maccarese, dove viene lavorato l’umido. Dalle immagini si vedono i camion di una ditta esterna che ogni giorno caricano la differenziata in eccesso portandola in Veneto, dove un’azienda padovana dal compost dei romani ricava energia. Con un costo per l’azienda che, secondo quanto riferisce il direttore generale Ama Servizi, l’ingegnere Giovanni Fiscon, va dai 30 ai 100 euro a tonnellata.  Considerato che, stando ai dati divulgati dall’Ama sulla capacita’ dei suoi impianti, la quantita’ di differenziata che l’azienda non riesce a lavorare si aggira intorno alle 400 tonnellate al giorno (senza contare carta e cartone), all’anno i costi si traducono in cifre milionarie. (fonte Adnkronos).

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli