23 ottobre 2017

Approvato progetto del nuovo lungomare

il-lungomare-epoca-kk

È stato approvato il 27 ottobre in giunta comunale il progetto “Lavori di ristrutturazione del Lungomare di Fregene tratto tra via Iesolo e via La Plaia”. Come avevamo anticipato nel mese scorso diventa ora definitiva la proposta presentata. Dopo la realizzazione davanti agli stabilimenti balneari di un lungo percorso ciclopedonale ora l’amministrazione intende sistemare il grande viale su cui scorre quella pista. “Bisogna andare oltre la ciclabile – dichiara il sindaco Esterino Montino – se la realizzazione della pista ha dato un nuovo decoroso aspetto al lungomare, dopo i lavori della piastra, marciapiede, pista e aiuola, è diventato indispensabile un riordino generale dell’assetto di tutto il viale intorno al quale ci sono tanti interventi da fare”. Il progetto prevede, per un costo di 1,4 milioni di euro, la sistemazione di circa due chilometri di strada. La grande novità sarà che anche nella prima parte del lungomare, quella che parte dalla rotatoria del Villaggio dei Pescatori all’angolo con via Iesolo, verranno realizzate ampie aiuole verdi centrali che proseguiranno fino allo stabilimento il Riviera in via La Plaia. Quindi stesso format lungo tutto il viale, un “unicum” che darà ampio respiro a tutto il waterfont ricalcando quelle linee che erano state concepite nel 1926 dal progetto dei fondatori della “Marina e Pineta di Fregene”. Un lungomare simile a quello che si trova intorno al Piazzale a mare, con grandi spazi verdi centrali con ciglio rialzato in travertino, carreggiata a una sola corsia per senso di marcia e parcheggi a spina ai lati delle aiuole.
lungomare_fregene_elaborato-light
Il riordino prevederà anche l’impossibilità di attraversare il viale dalle strade interne, verranno spostati gli attraversamenti che non coincideranno più con quelli attuali per evitare incroci pericolosi, per fare l’inversione di marcia si dovrà girare intorno alle aiuole. Sul lato opposto alla ciclabile, quello delle abitazioni, verrà realizzato un marciapiede con betonelle e subito dopo ci sarà un’altra fascia adibita ai parcheggi. Nella zona della nuova piazzola dell’elisoccorso la carreggiata in direzione nord verrà spostata verso le case in modo da non avere più la rientranza attuale del marciapiede. Il riordino prevede anche la “ridefinizione” dell’avanzamento di alcuni terreni privati che avrebbero occupato la fascia demaniale.
“Dopo la prima sistemazione arrivata grazie alla ciclabile ora si passa alla seconda fase, quella della riqualificazione dell’intero lungomare – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Angelo Caroccia – bisogna mettere in sintonia il percorso ciclopedonale con tutto il resto. Abbiamo pensato che la soluzione migliore sia quella prevista da chi ha progettato alle origini il centro balneare, le grandi aiuole ci permetteranno soluzioni di arredo urbano di qualità. Non potremo fare tutto insieme, il programma sarà triennale. Partiremo da via Iesolo a salire fino a via La Plaia, poi penseremo anche al lungomare sud. Se tutto andrà come previsto già nel 2017 partiranno i primi lavori, quello che è sicuro è che daremo una bella sistemata a tutta l’area che diventerà finalmente all’altezza delle aspettative di un centro balneare come Fregene”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli