24 ottobre 2017

Assobalneari, incontro con Berlusconi

La delegazione era composta dal Presidente nazionale Fabrizio Licordari e dai Vice Presidenti Massimo Ronzi e Simonetta Mancini. Tema all’ordine del giorno: come riuscire a dare nuova stabilità a 30.000 aziende espressione del comparto turistico balneare made in Italy. Licordari, per nome e per conto anche delle altre sigle sindacali, rappresentative al 100 % del comparto (FIBA Confesercenti, SIB Confcommercio, CNA Balneatori, Oasi Confartigianato) e presenti all’incontro con proprie delegazioni, ha inteso condividere con il leader politico e imprenditore Silvio Berlusconi alcuni precisi punti chiave della vicenda: l’ansia e la profonda incertezza cui sono state relegate le imprese italiane attraverso la direttiva Bolkenstein di un’Europa teutonica e miope rispetto ad un’eccellenza tutta italiana; la necessità di tornare a dare agli imprenditori quella continuità d’azione che solo può rimettere in moto la macchina degli investimenti sul demanio e l’occupazione nelle aziende; l’urgenza, entro il 15 maggio, di rivedere l’intera materia affrontando, una volta per tutte, tutte le questioni attinenti il Demanio e le norme fiscali di riferimento (Iva). Il Presidente Licordari ha potuto rivolgere l’ apprezzamento al Sen. Gasparri e all’On. Abrignani, entrambi presenti all’incontro, per la costanza e la fattività del loro sostegno che mai è mancato. Neanche quando il PDL si è trovato all’opposizione, riuscendo, nonostante tutto, a strappare al Governo Monti la recente proroga delle concessioni al 2020. Dal canto suo il Presidente Berlusconi, leader di Forza Italia, accompagnato dal Dott. Giovanni Toti, suo consigliere politico, ha avuto parole nette e inequivocabili di sostegno all’imprenditoria turistica balneare italiana: “In Italia dobbiamo essere in grado di esaltare le imprese che fanno e somministrano servizi. In tal senso, l’imprenditoria turistica delle spiagge deve essere in prima linea.”. E ancora: “Le nostre coste fanno parte della nostra eccellenza nazionale. Il settore balneare, che conosco bene, è un sistema turistico che ci differenzia dagli altri Paesi e per questo deve essere difeso a spada tratta, soprattutto in Europa.” La vicenda balneare, come dichiarato dal Presidente Berlusconi, sarà parte integrante del programma che Forza Italia stenderà in occasione delle prossime elezioni. Da oggi in poi, però, il partito non rimarrà con le mani in mano proponendo, nel dialogo con la maggioranza, la convergenza su misure realmente a sostegno del settore. Il Leader di Forza Itlalia ha formalmente incaricato il Sen. Gasparri e l’ On. Abrignani di occuparsi della questione balneare raccordandosi con i rappresentanti delle categorie presenti e di tenerlo costantemente aggiornato. Così ha commentato il Presidente di Assobalneari Italia Fabrizio Licordari al termine dell’incontro: “ È stato un appuntamento importante che, vista anche la giornata politicamente particolare a causa della crisi di Governo, neanche più ci aspettavamo. Invece tutte le rappresentanze balneari hanno avuto un incontro di un’ ora abbondante con l’ On. Berlusconi, che ha affrontato i problemi che gli abbiamo sottoposto con particolare attenzione, dimostrandoci particolare sensibilità, soprattutto come imprenditore. Abbiamo apprezzato le parole di comprensione e di impegno da parte del Presidente di Forza Italia che ha garantito l’ appoggio del suo partito a tutti i livelli, sia europeo, nazionale che locale. Nel ringraziarlo, a nome di tutta la categoria, per la continuità con cui il Suo partito ha prestato attenzione al segmento turistico balneare e alle sue aziende, avremo cura, come da lui richiestoci, di far pervenire nei prossimi giorni, presso i Suoi uffici, indicazioni condivise da tutte le Confederazioni di categoria, utili come spunto di lavoro futuro .”

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli