22 settembre 2017

Assobalneari Italia: a linea Papagni 89%

Che parte dalle “informazioni pervenute alla stampa in data 21/04/2011 attraverso l’agenzia OMNIROMA con il titolo “Presidenza Papagni non legittima”. “In premessa – recita la nota – va sottolineato che era presente, ed ha sottoscritto il documento unitario l’89% della rappresentanza associativa, con 11 delegati regionali su 14. Ha preso atto dell’azione promossa dai 4 firmatari della richiesta di ricorso, verificando la procedura totalmente illegittima, sia sul piano formale che su quello politico della rappresentanza associativa. Hanno sottoscritto un documento esplicitando in particolare l’illegittimità del ricorso proposto dai 4, chiedendo formalmente un incontro con i vertici di Federturismo, nella persona del Dott. Deniel Wintler, e di Confindustria, nella persona del Presidente Emma Marcecaglia, per riconfermare nella presidenza Papagni l’elemento aggregante e strategico per completare quel percorso iniziato appena due anni fa e che possa così condurre il Sistema Balneare Italiano al’interno di Confindustria  con regole e regolamentazioni adeguate alle dimensioni e caratteristiche strutturali delle piccole e medie imprese balneari aderenti ad Assobalneari Italia. Tutto ciò viene riconfermato anche dalle verifiche delle delegazioni regionali italiane che sostengono la linea politica del Presidente. Lo Statuto di  Assobalneari Italia approvato presso la Sede Federturismo a Roma, alla presenza del Notaio Ludovico Perna, che  ha provveduto ad ottemperare a tutte le disposizioni dello Statuto stesso di Federturismo. Le conclusioni alla conferenza stampa che terremo la prossima settimana venerdì 29 alle 11.30 a Fregene allo stabilimento “La Rivetta”, Lungomare di Levante n. 278”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli