24 settembre 2017

Avanza l’ombra di Fiumicino 2

“Quando si guarda agli investimenti, bisogna favorirli, ma non a discapito degli utenti – ha detto Ciaccia – Abbiamo recepito una direttiva europea che consente di affidare in concessione gli aeroporti ponendo una duplice condizione: che ci siano gli investimenti e un miglioramento dei servizi agli utenti. Con AdR abbiamo in corso una valutazione da diversi mesi e il termine ultimo è il 31 dicembre”. “Si stanno avvicinando le posizioni – ha aggiunto il vice ministro – e auspico che si arrivi presto a un contratto che vuol dire investimenti importanti per il paese, perchè lo scalo di Fiumicino presenta un grado di indeguadezza che è lontano dagli standard della media Ue. Attenzione, comprensione, ma non ci potranno essere oneri impropri”. Riguardo poi alle certezze delle regole richieste da AdR per il nuovo contratto, Ciaccia ha proseguito affermando che “ci stiamo muovendo in un quadro di regole chiare perchè gli investimenti hanno bisogno di non avere incertezza per il futuro. E questo è uno dei compiti importanti che dovrà essere svolto dalla nuova Autorità dei trasporti che sarà definita nei prossimi giorni. Senza certezze il paese non può andare avanti, le certezze già ci sono, ce ne saranno di più”. Una volta siglato il contratto di programma, Adr potrà realizzare quello che ha in testa da diversi anni: Fiumicino 2.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli