22 ottobre 2017

Avvistato pesce luna nelle acque di Fregene

pesce luna fregene

“Pesce luna nel mare di Fregene!! The first Warm blooded fish”. Così scrive Paolo sul suo profilo Facebook, dopo aver visto l’insolito pesce per la costa di Fregene che ha prontamente fotografato.
I pesci luna, visti da lontano, vengono spesso confusi con gli squali, dato che se ne vede solo una pinna. Questa specie di pesci ha un corpo dalla forma molto particolare, facilmente riconoscibile: è ovale e molto schiacciato lateralmente, ed è privo di coda (più che una pinna caudale vera e propria, presenta una specie di protuberanza carnosa). Nuota spingendosi con le due pinne dorsale e anale, che sono opposte e simmetriche. Non ha squame, presenta una protuberanza sul viso simile a un naso, e ha una bocca piccola e non protrattile; la maggior parte dei denti sono fusi tra loro a formare una sorta di becco osseo. Le branchie sono ridotte a dei piccoli buchetti, riconoscibili in prossimità della pinna pettorale. Il corpo è di colore grigiastro, più scuro sul dorso e più chiaro sui fianchi; la pelle è molto spessa, anche 15 centimetri, e ospita una gran quantità di parassiti e microrganismi. Questi ultimi alle volte causano il fenomeno della bioluminescenza, ovvero l’emissione di luce attraverso reazioni chimiche. Il pesce luna vive in mare aperto, e predilige le acque costiere tropicali, temperate o fredde. Nell’emisfero australe è diffuso intorno al Sudafrica e all’Australia. È molto comune anche nel Mediterraneo e nelle acque italiane, soprattutto nella zona dello stretto di Messina. Si tratta di un pesce che ha una vita molto lunga: può vivere oltre 100 anni, arco di tempo durante il quale una femmina arriva a deporre anche 300 milioni di uova, da cui nascono i piccoli di pesce luna, non più lunghi di 2-3 mm. Quando non nuota in profondità, il pesce luna ama galleggiare sull’acqua (soprattutto nelle giornate soleggiate, abitudine che gli è valsa il nome inglese di Sunfish). Questo gli consente anche di liberarsi dei parassiti che abitano nella sua pelle, che vengono infatti mangiati dagli uccelli. Alle volte questo pesce compie anche dei piccoli salti fuori dall’acqua. La sua alimentazione consiste principalmente di plancton, pesci di piccole dimensioni e meduse.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli