16 novembre 2018

Baccini chiede consiglio comunale straordinario per la sicurezza

“Caro sindaco, cari consiglieri di maggioranza e opposizione, ci rivolgiamo a tutti voi per sollevare una questione urgente e fondamentale per tutti noi perché riguarda la tutela della salute fisica e la incolumità dei nostri concittadini e di tutti i loro beni. Fiumicino è un posto bellissimo, dove cielo, mare e terra, rendono piacevole vivere e soggiornare. Con la bella stagione s’intensificano le visite quotidiane e le presenze fisse di villeggianti in cerca di ristoro dalla calura e di famiglie e giovani che vengono a godere della bellezza della nostra pineta felliniana piuttosto che dei divertimenti in spiaggia, negli stabilimenti o nei ristoranti rinomati su tutto il litorale.
Purtroppo però con l’aumento della popolazione e l’incuria in cui la nostra città è abbandonata, con i numerosi cantieri aperti e la scarsa sorveglianza del territorio, aumentano disagi e criminalità.
La penuria di personale di sicurezza, la mancanza di organico delle forze dell’ordine, la mancanza di illuminazione nelle diverse zone della città creano una condizione di insicurezza che favorisce la criminalità.
Controllo del territorio non significa solo installare telecamere non funzionanti, non sono un deterrente neppure per i giovani writer, né per coloro che abbandonano ancora l’immondizia continuando a creare discariche a cielo aperto ogni dove,  figurarsi per i veri criminali che saccheggiano le case di residenti e villeggianti. è inquietante l’escalation di furti e rapine che nell’ultimo periodo sta colpendo i nostri concittadini.
A questo punto è necessario che il Comune intervenga e adotti le misure necessarie a creare quelle condizioni minime di sicurezza entro cui gli uomini e le donne delle forze armate possano agire con tempestività per garantire i cittadini e per arginare questa ondata di violenza che sta strozzando la città. Chiediamo quindi un consiglio comunale straordinario per la sicurezza di Fiumicino per approvare una risoluzione urgente che possa avviare misure specifiche. Il comune ha l’obbligo morale, in primis, e materiale, poi, di tutelare al meglio i suoi cittadini. Ora è tempo di intervenire per garantire più sicurezza fisica ai fiumi cinesi”.

I consiglieri di Fiumicino
Mario Baccini – Valerio Addentato – Roberto Severini – Alessio Coronas

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli