22 ottobre 2017

Balneazione, arriva spiaggia per nudisti e dog beach

Balneazione, arriva spiaggia per nudisti e dog beach

Un arenile riservato al naturismo a Focene, una spiaggia libera per cani a Passoscuro, cinque aree dove praticare liberamente il kitesurf, il surf e tutti gli altri sport da vela.
A pochi giorni dall’apertura della stagione balneare, prevista per sabato 25 aprile, sono queste le principali novità della prossima stagione nel Comune di Fiumicino, così come stabilito dall’ordinanza firmata dal sindaco, Esterino Montino.

spiaggia rsz

Per la prima volta una spiaggia del nostro Comune sarà riservata alla pratica del naturismo nel tratto di litorale tra Fiumicino e Focene. In Italia fino a oggi erano solo quattro i luoghi in cui il naturismo era consentito ed autorizzato dalle amministrazioni locali. La spiaggia (nella foto sopra), circa 600 metri alle spalle della pineta di Focene, è compresa tra Via del Pesce Luna e 200 metri a sud della spiaggia antistante il radar aeroportuale.

Per rispondere alla necessità dei cittadini che si recano al mare con i propri cani e per promuovere il benessere, la cura e la presenza degli animali è stato individuato anche un tratto di spiaggia libera per cani dove sarà concesso recarsi con il proprio amico a 4 zampe. La prima spiaggia libera comunale riservata ai cani avrà un tratto di litorale di 400 metri compreso tra la fine dell’abitato di Passoscuro e Palidoro. Libero accesso nelle spiagge libere in gestione al Comune ai cani per ausilio delle persone diversamente abili (purché al guinzaglio o con museruola).
Le attività balneari invece potranno individuare aree debitamente attrezzate per l’accoglienza di animali domestici, per un massimo di 10 animali per ogni struttura.

Altro punto importante riguarda il kitesurf consentito nelle seguenti zone individuate dall’ordinanza:
Zona A – tratto di litorale compreso tra Fregene e Focene per una estensione di circa 250 m. a partire da 140 m. a sud del confine della struttura balneare denominata “La Perla”;
Zona B – tratto di litorale compreso tra Fregene e Maccarese per una estensione di circa 250 m. a partire da 50 m. a nord del confine (lato Fregene) della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano;
Zona C – tratto di litorale compreso tra Passoscuro e Palidoro per una estensione di circa 50 m. a partire da 100 m. a nord di via Stintino a Passoscuro;
Zona D – tratto di litorale posto a sud del confine nord del Comune di Fiumicino per una estensione di circa 200 metri a partire da 100 metri a sud del Fosso Cupino;
Zona E – tratto di litorale posto a sud della struttura balneare denominata Nautin’ Club per un’estensione di circa 50 m. a partire da 10 m. a sud di detta struttura.

L’apertura delle strutture ha inizio alle ore 9 e termina non prima delle 19 e non dopo le 20. Dalle 9 alle 19 è anche l’orario della balneazione durante il quale devono essere forniti i servizi di assistenza e di primo soccorso.

“L’ordinanza – spiega il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino – si applica a tutti coloro che gestiscono qualsiasi tipo di struttura destinata alla balneazione, dagli stabilimenti balneari alle spiagge libere attrezzate, ma anche a chi frequenta le spiagge libere. Abbiamo deciso di dar modo a tutti: gestori, cittadini e turisti, di poter sfruttare le possibilità che il nostro litorale offre fin dai prossimi giorni. Quest’anno abbiamo individuato una spiaggia libera per cani, un segno concreto di civiltà e amore per i nostri amici animali, regole per le iniziative serali che tutelino da una parte le attività commerciali e turistiche e dall’altra i residenti del nostro Comune e un arenile in cui sarà possibile praticare il naturismo. Si tratta di una spiaggia davanti alla pineta di Focene che da anni è già di fatto utilizzata dai naturisti e che abbiamo deciso di autorizzare e regolamentare. Una scelta di rispetto per la sensibilità di tutti, anche di chi sceglie di vivere serenamente la propria nudità in spiaggia. Invito tutti, turisti e cittadini, a trascorrere sul nostro territorio la prossima stagione balneare – conclude Montino – a stretto contatto con le bellezze paesaggistiche e naturalistiche del nostro territorio”.

L’ordinanza ricorda anche che il concessionario deve curare la perfetta manutenzione delle aree in concessione fino al mare e che la fascia di arenile di 5 metri dalla battigia deve essere lasciata libera allo scopo di consentire il libero transito. I concessionari delle strutture balneari adiacenti i varchi a mare dovranno, inoltre, garantire la fruibilità dei varchi.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli