13 dicembre 2018

Boato e vibrazioni avvertiti su tutto il litorale romano

Intorno alle 8.55 delle anomale vibrazioni sono state avvertite anche sul litorale romano. Sono state infatti diverse le segnalazioni arrivate dalle varie località del territorio comunale, da Passoscuro a Fiumicino passando per Fregene e Focene. Le stesse scene sono state vissute anche nella zona del Castelli Romani.

Il terremoto

L’episodio in un primo momento è stato collegato alla scossa di  terremoto di magnitudo 3.1 intorno alle 8.30 di questa mattina si è verificata nel territorio compreso tra L’Aquila e Frosinone, con in particolare l’epicentro del sisma individuato a metà strada tra le località di Balsorano, in provincia del capoluogo abruzzese, e di Sora, in pieno territorio ciociaro.

L’Ingv

L’Ingv (Istituto nazionale di geologia e vulcanologia) però esclude la relazione tra il tremore che ha fatto vibrare vetri e porte  delle zone costiere con il terremoto. Questo perchè la scossa è stata di bassa intensità e molto distante dal litorale romano e poi perchè c’è un divario di orario: alle 8.30 il terremoto e alle 8.55 il boato sul litorale.

Le testimonianze

“Sembrava a tutti gli effetti una scossa di terremoto: I vetri e le finestre hanno vibrato e i lampadari si muovevano. È accaduto per due volte nell’arco di cinque minuti”. È questa la cosa che è stata raccontata da alcuni residenti di Fregene, Passoscuro e Focene.

L’ipotesi

Non è esclusa l’ipotesi che possa essersi trattato di un avvenimento generato dal transito di uno o più aerei militari a quote relativamente basse, che superando la barriera del suono hanno provocato questo intenso rumore che si è propagato per diversi chilometri.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli