20 settembre 2017

Calicchio, campagna a tutta birra

“La politica deve cambiare. Prima di tutto deve essere più trasparente. E allo stesso tempo deve evitare sprechi e dispendio di denaro – dice Calicchio -Per la mia campagna elettorale farò il minimo indispensabile: non ci saranno né manifesti, né vele. Solamente un piccolo pieghevole con carta riciclata – perché le cose che si dicono poi devono avere un seguito – e le piccole manine o i ‘santini’ per ricordare il mio nome a chi mi voterò Allo stesso tempo, la politica deve tornare ad essere partecipata. E “partecipazione” è ciò che chiedo ai cittadini anche per la mia campagna elettorale. Sarà possibile seguirla giorno per giorno sul sito web www.paolocalicchio.it, dove già da anni pubblico i miei interventi e tutti i documenti che di solito l’amministrazione tiene nascosti. Ma pubblico anche le informazioni relative ai miei emolumenti, al mio stipendio da dipendente pubblico e, adesso, anche le spese per la mia campagna elettorale. Proprio perché la politica deve cambiare, chiedo ai cittadini di acquistare una birra che il birrificio di Fiumicino “Birradamare” ha imbottigliato per l’occasione. Chiunque voglia sostenermi può recarsi nello stabilimento di via Falzarego e acquistare la birra con la mia faccia, per bere alla salute di una città che sta annaspando dopo anni di pessima amministrazione da parte del centrodestra. Con il contributo di tutti possiamo riaccenderla e riaccendere le speranze di una nuova società partecipata e solidale, attraverso una politica più pulita e trasparente. Il costo della birra è ovviamente a sottoscrizione, a partire da 5 euro a bottiglia. Invito tutti a bere alla mia faccia”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli