23 novembre 2017

Carbonizzato in una baracca nel bosco

Non vedendolo arrivare al solito appuntamento pomeridiano, gli amici sono andati a cercarlo nel bosco, dove dormiva nelle ultime settimane, poi hanno avvisato i carabinieri. <<Una scena tremenda – racconta un amico – era tutto bruciato, la capanna e il corpo>>. Probabilmente a condannarlo è stato l’ultima sigaretta – non c’era un braciere all’interno – e la coperta deve avere preso fuoco giovedì sera. Solo la pioggia ha impedito alle fiamme di propagarsi al resto del bosco. <<Era in Italia da 5 anni – ha raccontato piangendo la sorella  – lavorava ma si è innamorato di una ragazza e ha perso la testa, per questo si era messo a dormire nel bosco>>. I carabinieri fino a tarda notte hanno proceduto ai rilievi in attesa che la polizia mortuaria prelevasse la salma irriconoscibile. (Produzione riservata

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli