19 ottobre 2017

Carlino, “mi attaccano perché sono famoso”

Dispiaciuti per il fatto che Mr Immobildream debba rinunciare alle vacanze per mettersi a studiare il tema dell’Ambiente ma anche sicuri che il nostro concittadino (ha una villa sotto la pineta) si impegnerà anche per Fregene, per la stessa pineta, magari anche per la cartellonistica stradale (quelle brutte frecce attaccate su alberi, pali della luce in tutto il Lazio), per l’eliminazione definitiva dei 6×3… Insomma siamo sicuri che, da presidente della Commissione Ambiente, Carlino diventerà una persona nuova. E che diamine, diamogli una occasione a questo pover uomo.

 “Mi attaccano perché sono famoso”

“Volete sapere perché ci sono così tante polemiche per la mia nomina? Non lo deve scrivere però”.
Promesso. “Mi attaccano perché sono famoso. Mi conoscono dal Piemonte alla Sicilia”. Roberto Carlino, consigliere Udc, presidente di Immobildream spa e, da ieri, presidente della commissione Ambiente della Regione. È quello dello spot che recita: “Non vende sogni, ma solide realtà”. Per solido, s’intende il mattone: questo – “oltre alla politica, la mia passione, lei quali ha, la Roma? Le bionde?” – questo, vendere solide realtà, ha sempre fatto Carlino. E così l’opposizione s’indigna. Per Enzo Foschi, del Pd, “è una nomina singolare, se la si unisce all’intenzione dell’assessore Ciocchetti di aumentare le cubature del piano casa…”. Per Stefano Pedica, Idv, “più che commissione è commistione. Come il diavolo e l’acqua santa”. Per Angelo Bonelli, Verdi, “è conflitto d’interessi, grande come una casa”. L’Udc, con Sbardella, lo difende: “Attacchi pretestuosi”.
Carlino, si presenti ai lettori: età?
“Non sono una dama però…”
Però è vanitoso?
“E lei pettegolo!”
Si calmi: è doveroso chiedere l’età.
“Non mi è mai capitato di leggere l’età degli intervistati. Ne ho 55”.
Esperienze in fatto d’ambiente?
“Vengo dal mondo del lavoro, con Storace ero all’Urbanistica. Politicamente nasco nella Dc, poi Forza Italia e ora sono tornato a casa, nell’Udc”.
Sì, ma non ha esperienza ambientale.
“Io non l’ho detto. Col lavoro me ne sono occupato, dal fotovoltaico alle ricostruzioni sostenibili”.
Quindi, è un ambientalista?
“No, ma mi impegnerò”.
Qualcuno prevede la crescita esponenziale delle cubature…
“Non bisogna giudicare le persone prima che abbiano lavorato”.
Nessuno giudica la persona, qualcuno il metodo politico: sa, mettere uno del leader del mercato immobiliare alla commissione Ambiente…
“Io ho un’altissima moralità. E onestà, serietà, brillantezza”.
Ma certo: tanto che sarebbe stata più opportuna un’altra commissione, no?
“Questa va bene, ringrazio la maggioranza. Passerò le vacanze a studiare. Certo avrò bisogno di qualcuno che mi aiuti, che mi spieghi…”.

(Alessandro Capponi – Corriere della Sera – 21 luglio 2010)

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli