20 ottobre 2017

Casolare esploso, 38 mila euro alle famiglie

La consegna è avvenuta  alla presenza del presidente di Farmacisti in aiuto Onlus Sabrina Scaramozzino, del presidente di Farmacie Comunali Vincenzo Napoli che ha portato i saluti del Comune, del dottor Fabio Reposi, dell’architetto Angelo Mattiuzzi che ha partecipato attivamente alla raccolta fondi. Il sostegno offerto dalla comunità e dalle istituzioni a queste famiglie è stato tempestivo. Farmacisti in aiuto Onlus, nata all’interno di Farmacie Comunali di Fiumicino ha messo a disposizione servizi e assistenza alla comunità, ha offerto il proprio contributo alle famiglie coinvolte con due iniziative importanti: una straordinaria raccolta fondi da realizzarsi sul territorio di Fiumicino; l’impegno a destinare una quota preponderante del 5 per mille relativo all’anno 2008 in favore di queste famiglie. L’impegno di Farmacisti in aiuto, quindi, è iniziato sin da subito. Lo strumento principale della raccolta fondi all’interno delle farmacie comunali è stato il salvadanaio di plexiglass posizionato sui banconi. “Abbiamo pensato, quindi, di destinare per i mesi successivi tutti i fondi raccolti nel salvadanai dislocati all’interno delle farmacie comunali a questo progetto – dicono i membri di Farmacisti in aiuto Onlus – e al tempo stesso di collocare alcuni salvadanai anche in altri esercizi commerciali i cui gestori si fossero mostrati sensibili al progetto. La generosità con cui la comunità ha partecipato è stata grandiosa: privati, ditte, aziende, gruppi di dipendenti di società della zona, ognuno ha dato il proprio contributo; tra questi anche la compagnia teatrale GP formata da ragazzi per lo più di Fiumicino che ha destinato a questo progetto i proventi di un proprio spettacolo. Tutto ciò ci ha permesso di consegnare tra la fine di aprile e l’inizio di giugno 2008 una somma di 9 mila euro a ciascun nucleo familiare, seguita da una seconda tranche di 1620 euro circa. Con l’obbiettivo di supportare Alessandra, la ragazza rimasta orfana di madre, nel suo percorso scolastico futuro è stata istituita una borsa di studio in suo favore del valore di 1280 euro”. Ed ora è stata consegnata anche questa somma, con le vittime dell’esplosione visibilmente commosse. Nel frattempo prosegue la raccolta fondi attraverso il 5 per mille (Un aiuto concreto – C.F. 97427160581), che potrebbe essere utile per l’intera comunità in caso di necessità.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli