20 settembre 2017

Cavalcaferrovia, nessun problema alla circolazione

lavoricavalcavia7mag1

È quanto afferma in una nota l’Assessore ai Lavori Pubblici Antonio Prete in risposta alle preoccupazioni espresse dal Presidente di Balnearia Litorale Romano, Simonetta Mancini, riguardo ai possibili effetti negativi sulla viabilità dei lavori iniziati proprio in prossimità dell’apertura della stagione balneare. “Desidero tranquillizzare la Presidente Mancini, nonché tutti i proprietari di stabilimenti balneari e strutture ricettive della zona di Maccarese e Fregene, informando che i lavori che si stanno effettuando sono stati predisposti in maniera che, sia i residenti sia i pendolari che si recano nella nostra città per turismo, non subiscano alcun particolare disagio, anche perché nei giorni prefestivi e festivi i cantieri rimangono chiusi. Altresì desidero precisare che in Via della Muratella Nuova la carreggiata stradale non sarà ristretta e sarà oltre a ciò garantita la massima sicurezza per quanto riguarda il passaggio di tutti i veicoli. Mentre per quanto riguarda la rotatoria in Via della Pineta, all’ingresso di Fregene, i lavori termineranno entro questo mese e non hanno causato il minimo inconveniente al traffico. Vorrei oltremodo precisare che tali lavori sono realizzati durante il periodo primaverile-estivo in quanto nella stagione invernale con la pioggia ed il freddo i cantieri hanno difficoltà nell’effettuare le opere ed i tempi rischiano di prolungarsi. Mi auguro che, come sempre, – conclude Prete – i nostri concittadini apprezzino lo sforzo che questa Amministrazione sta facendo al fine di migliorare la viabilità e la qualità della vita nella nostra Città e che siano pazienti per i disagi che questo impegno può creare”. Le foto scattate questa mattina presso il cantiere, confermano sostanzialmente le affermazioni dell’assessore. “La strada è percorribile senza problemi e non c’è alcun rischio di intasamento del traffico – sostiene da parte sua la ditta che sta effettuando i lavori. Anzi, se è per questo, gli unici a correre dei rischi siamo noi perché qui le macchine sfrecciano a tutta velocità, nonostante i cartelli che segnalano i lavori in corso. Se non ci saranno intoppi, per il rifacimento dei spartitraffico e della rotonda contiamo di finire entro un paio di mesi”. A lavori ultimati, l’aspetto del cavalca ferrovia muterà notevolmente; in particolare grazie ai nuovi spartitraffico, realizzati per richiamare la forma di un’onda che non a caso verranno dipinti per richiamare i colori del mare. La decisione però di realizzarli in mattoni di tufo invece di utilizzare quelli classici in cemento prestampato di tipo new-jersey, sta suscitando qualche perplessità riguardo alla sicurezza. “Chi abita qui – ci ha detto un residente della zona – sa dei pericoli e degli incidenti causati dalla velocità eccessiva sulle rampe d’accesso alla rotonda. Non vorremmo che la forma scelta e il materiale utilizzato possano dimostrarsi pericolosi in caso d’incidente, soprattutto quando sono coinvolte le moto”. Sarà la prova dei fatti a dimostrare la validità o l’infondatezza di questi timori, fermo restando che, al di là delle misure di sicurezza, il più delle volte è il mancato rispetto delle velocità consentite e delle più elementari norme di sicurezza la causa principale di tanti incidenti.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli