23 settembre 2017

Cimitero Maccarese sotto Fiumicino, via libera da Marino

Cimitero Maccarese sotto Fiumicino, via libera da Marino

Il sindaco di Roma Marino ha risposto favorevolmente alla richiesta inoltrata dal primo cittadino del Comune di Fiumicino, Esterino riguardo la possibilità di un passaggio del cimitero di Maccarese alla pubblica amministrazione del litorale. 

“Roma ha il massimo rispetto per le persone e per i sentimenti e vi sono pochi sentimenti così delicati e nobili come quello del ricordo e della cura dei defunti – ha dichiarato Marino – Per questo motivo accolgo volentieri l’appello che arriva dal sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, e dagli abitanti di quel Comune riguardo al cimitero di Maccarese che per una sorta di accidente geografico ricade nel comune di Roma, mentre tutta la popolazione di quell’area in quello di Fiumicino”. Che poi ha aggiunto: “Trattandosi di materia complessa chiedo fin d’ora al Presidente di Ama, Daniele Fortini, di effettuare con la massima urgenza un approfondimento tecnico sul possibile trasferimento al comune di Fiumicino, in quanto parliamo di beni demaniali attualmente in conferimento patrimoniale ad Ama, in ottemperanza alle disposizioni contenute nella deliberazione 231/97 del Consiglio Comunale di Roma”.

“Desidero ringraziare il sindaco di Roma, Ignazio Marino, per aver annunciato il proprio personale impegno affinché il cimitero di Maccarese torni al comune di Fiumicino – ha sottolineato Montino – Marino ha dimostrato grande sensibilità, rispondendo rapidamente al mio appello sulla possibilità di acquisizione da parte del Comune di Fiumicino del cimitero. Come lui stesso l’ha definito si tratta  di un “accidente geografico” che da troppi anni doveva essere affrontato. Lo richiedono da tempo i cittadini di Maccarese e del nord del comune che hanno i loro cari sepolti lì, ma anche il buon senso e il dovuto rispetto che si deve sempre avere quando si parla della cura dei defunti. Sono convinto che, lavorando in sinergia con il Comune di Roma Capitale, riusciremo a trovare in breve tempo una soluzione condivisa a questo problema come a tanti altri”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli