26 settembre 2017

Cimitero Portuense, terminati i lavori

Gli interventi sono stati necessari a causa di una serie di ampliamenti realizzati negli anni, sia verso l’ingresso che ai lati del viale centrale, oltre alle particolari condizioni del sottosuolo, che avevano reso il sistema di raccolta delle acque meteoriche insufficiente, e a causa di una serie di dislivelli raccordati solo tramite scalini o rampe con una pendenza non conforme alle normative vigenti sulle barriere architettoniche. L’operazione ha interessato dunque la revisione e l’ampliamento del sistema di raccolta delle acque piovane, la sostituzione della pavimentazione esistente (realizzata in bollettonato di travertino) con un sistema misto di betonelle (per i percorsi pedonali) ed asfalto stampato (per i percorsi carrabili) con colori diversi e motivi lineari, in modo da evidenziare la tomba di G.B. Grassi e, allo stesso tempo, per eliminare dislivelli che causavano cadute e scivolamenti ai fruitori del cimitero. Sono state realizzate quattro nuove rampe per garantire un accesso adeguato e sicuro agli utenti disabili a tutte le aeree del cimitero, installati adeguati corrimani e ringhiere apribili in modo da consentire in sicurezza gli interventi agli operatori cimiteriali, sono state rimosse le assenze arboree malate ed instabili; tutto per aumentare la funzionalità, la sicurezza e per rendere più armonico l’intero cimitero. Sono stati ripristinati e messi in sicurezza tutti i cornicioni delle cappelle e dei loculi, tinteggiate tutte le pareti e realizzata la predisposizione (per l’intero cimitero) dell’impianto delle luci votive. Infine è stata predisposta un’area che consentirà, una volta completata la fase progettuale/esecutiva, la dispersione in natura delle ceneri dei defunti.”Abbiamo voluto porre cura e attenzione – ha spiegato il sindaco di Fiumicino Esterino Montino – a un luogo di dolore e riflessione. È stato un piccolo intervento ma significativo e di qualità, semplice ma molto ben fatto. Si va a sommare ai molti altri interventi che, in questi mesi, abbiamo fatto negli edifici scolastici. Crediamo che la manutenzione sia un elemento fondamentale per avere una città vivibile. Mentre progettiamo il futuro dobbiamo pensare a manutenere l’attuale”. “È un lavoro partito da lontano – ha dichiarato l’assessore ai Lavori pubblici Angelo Caroccia – circa cinque mesi fa: siamo intervenuti sulla pavimentazione, che prima era fatiscente, sulle scalinate, che abbiamo messo in sicurezza con ringhiere e gradini antiscivolo, e, soprattutto, abbiamo creato delle pedane per far passare disabili e carrozzine. Infine abbiamo dato una pitturata a tutte le pareti con un colore caldo e accogliente. Ringrazio la ditta che si è occupata dell’intervento, perché ha fatto un ottimo lavoro”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli