18 ottobre 2017

Concorsi, Scalfarotto: quante falsit

“Sia Sinistra democratica, sia il partito Democratico sono talmente a corto di argomenti che pur di tentare di raccogliere consensi continuano ad arrampicarsi sugli specchi. La cosa che viene da suggerire ai nostri colleghi di opposizione è che perlomeno si mettano d’accordo tra di loro prima di attaccare la maggioranza che governa la città. Altrimenti rischiano l’uno di mettere in contraddizione l’altro esattamente come stanno facendo sulla questione delle assunzioni. Infatti sono proprio le loro affermazioni a fare luce su tutta la questione. Per questo vogliamo ringraziare in modo particolare il Partito Democratico che, magari senza volerlo, ha spiegato alla città e quindi agli esponenti della sinistra radicale che ci sono stati concorsi per i quali i partecipanti non hanno superato i test. E se i concorsi fossero stati poco trasparenti, forse, viene da pensare che invece i posti mancanti sarebbero stati tutti occupati. Ma forse per capire questo bisognerebbe riflettere senza fini propagandistici. Così come è veramente assurdo arrivare a sostenere che è colpa dell’amministrazione se ci sono stati concorrenti che non hanno superato le prove scritte. La questione è molto semplice e molto chiara: per superare le selezioni bisogna affrontare con successo sia gli scritti sia gli orali e per raggiungere questo obbiettivo bisogna studiare. Comunque – ha concluso l’assessore – è nostra ferma intenzione mantenere il nostro piano triennale per le assunzioni e quindi al più presto indiremo nuovi bandi”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli