23 settembre 2017

Condono edilizio, sospensione dinieghi alle domande

La delibera in questione verte sull’allarme sociale suscitato dalla lettera di diniego del condono edilizio che gli uffici  tecnici comunali, recependo la L.R. 12/2004 (legge sul condono edilizio) hanno inviato ai cittadini. “Il lavoro promosso dalla commissione edilizia che presiedo, ha dato risposte condivise alla città” dichiara il presidente della commissione Edilizia Giuseppe Dionisi, “ci rammarichiamo” continuano il capogruppo Udc Paolo Sugamosto e il consigliere comunale Germano Scarabello “che l’opposizione in aula, ad eccezione dei consiglieri della lista Noi Insieme, hanno preferito abbandonare il dibattito e non votare la Delibera in oggetto, ritenendo strumentalmente, più importante dibattere un argomento, anche se di rilevante importanza, ma non iscritto all’ordine del giorno”. Il gruppo U.D.C. si dichiara quindi soddisfatto del risultato raggiunto che tende a tutelare le migliaia di famiglie del nostro territorio. 

“Oggi doveva essere un dei Consigli Comunali più tranquilli con un Ordine del Giorno semplice e nello stesso tempo con Delibere di carattere prettamente sociale e invece una parte dell’opposizione, la Lista Satta, si è dissociata dal resto del gruppo, è uscita dall’aula per protesta, allo scopo di far mancare il numero legale e inficiare il Consiglio – commenta Massimiliano Graux, capogruppo del Pdl – il tutto senza votare due importanti Delibere: la prima l’acquisizione a titolo gratuito dall’Arsial di 3 edifici adibiti a scuola ubicati nella località di Testa di Lepre, Tragliata e Tragliatella, la seconda la sospensione per qualche mese dei procedimenti L.R. 12/2004 che in pratica cerca di mettere in ordine circa 4000 istanze di sanatoria per immobili nel Comune di Fiumicino fermi per una diversa interpretazione tra la Regione Lazio e gli Enti Locali e che rischiavano, senza questa importante delibera, il loro diniego tombale. Oggi grazie al senso di Responsabilità del Centro Destra il rischio voluto da una parte dell’opposizione è stato sventato. La polemica, o forse la scusa, è nata perché un ristretto numero di operatori al trasporto scolastico con qualche Sindacalista voleva a tutti i costi trattare l’argomento trasporto scolastico pur non essendo nell’ordine del Giorno. Il Pd, la sinistra Arcobaleno, la Lista per Bozzetto Sindaco – continua Graux – sono usciti strumentalmente visto che l’Assessore alla Cultura e Personale hanno confermato ai presenti dell’ appuntamento dedicato alla delegazione degli operatori al trasporto per lunedì mattina e quindi non giustificati per l’abbandono dell’aula". "Sono curioso su cosa racconteranno alle 4000 famiglie di Fiumicino per aver messo a rischio il loro bene comune più importante come la casa", aggiunge il Consigliere Comunale della Pdl William de Vecchis.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli