21 ottobre 2017

Controlli Tir Ama, le reazioni in Consiglio comunale

Controlli Tir Ama, le reazioni in Consiglio comunale

Se gli esponenti della maggioranza in consiglio comunale esprimono soddisfazione per l’operazione di controllo sui mezzi Ama in transito su via Tre Denari effettuata della Polizia Locale, l’opposizione di centrodestra e il MoVimento 5 Stelle non si accontentano e rilanciano le rispettive mozioni che chiedono misure ben più restrittive. Per i consiglieri comunali di maggioranza Erica Antonelli, Massimiliano Chiodi e Angelo Petrillo, “I controlli della Polizia Locale su via Tre Denari e Centro Breccia hanno riscontrato alcune irregolarità dei mezzi pesanti in transito, tra cui quelli di AMA”. Da tempo –proseguono i consiglieri – avevamo sollecitato un monitoraggio e un controllo più serrato per verificare la regolarità del traffico e lo stato dei mezzi, e proprio per questo accogliamo favorevolmente il lavoro svolto ieri dai Vigili, nella consapevolezza che hanno in gestione un territorio molto vasto e devono far fronte a molteplici funzioni. Essendo quella di via Tre Denari una situazione critica, ringraziamo il Corpo di Polizia Locale e riteniamo opportuna la programmazione di ulteriori interventi e controlli, previsti nelle prossime settimane e annunciati dallo stesso Comandante della Polizia Locale, avendo avuto modo di verificare sul luogo l’entità del transito di mezzi pesanti e tutte le criticità ad essi collegate”. 
Ben diversa è invece il giudizio del consigliere comunale di centrodestra William De Vecchis. “Erano mesi che chiedevamo in tutte le sedi opportune un intervento della polizia locale per verificare e monitorare il via vai incontrollato dei tir Ama sulle strade di Maccarese. Il fatto che siano state riscontrate alcune violazioni, vedi perdite di liquidi dai cassoni, significa che avevamo ragione e che magari se questa amministrazione c’avesse dato ascolto forse oggi la situazione sarebbe stata leggermente migliore. Ora dopo questo intervento benedetto è necessario immediatamente portare in votazione la mozione del centrodestra per risolvere definitivamente questo problema. Documento che chiede al sindaco di: 
– Vietare il transito di mezzi pesanti superiore a 15 quintali dalle 19 alle 7 di mattina. 
– Verificare che i mezzi in entrata e in uscita dall’impianto di compostaggio passino per il casello autostradale di Maccarese e siano a tenuta stagna e certificati. – 
– Ordinare che tutte le operazioni di scarico e carico all’impianto vengano eseguite in fasce orarie prestabilite: dal lunedì al venerdì 9-12 e 16-18.30, il sabato dalle 8 alle 13. Istituire un pattugliamento della polizia locale per controllare il rispetto degli obblighi. 
– Verificare se i compattatori Ama possano circolare da via dell’Olmazzeto lato viale Maria per recarsi al casello autostradale o in alternativa passare per via Monti dell’Ara-viale Maria (una volta riaperta la strada). 
– Impegnare l’Ama al lavaggio e disinfezione mensile delle strade percorse dai suoi mezzi. Ordinare che i mezzi la notte stazionino solo all’interno dell’impianto Ama e non parcheggino esternamente. 
– Verificare la stabilità delle case sull’attuale percorso a spese di Ama. Mettere una data certa di termine della trasferenza attuale”.
Polemico sia con il centrodestra che con l’amministrazione comunale il comunicato emesso dal MoVimento 5 Stelle.
“Arriva tardi l’opposizione di destra con la sua proposta di regolamentazione del traffico dei TIR in via 3 Denari, in quanto il MoVimento5Stelle presento’ gia’ in data 11 marzo, immediatamente dopo la manifestazione dei cittadini davanti all’impianto AMA di Maccarese, una Mozione che richiedeva al Sindaco un’ordinanza per controllare il traffico dei mezzi di AMA. Di fatto grazie alle pressanti richieste di comitati e cittadini in questi giorni la situazione è gia’ migliorata, grazie alla presenza della Polizia Locale in via 3 Denari, ma la Mozione del M5S richiede anche che il Sindaco rediga un piano di controlli dettagliato che duri almeno per tutto il tempo in cui proseguiranno le operazioni di trasferenza.
Singolare che la richiesta della destra sia arrivata addirittura dopo la Commissione del 23 Marzo, in cui la consigliera Velli ha presentato nuovamente a tutti i consiglieri presenti la Mozione del M5S e ne ha addirittura proposto la trasformazione in un atto unico a firma di tutti, indipendentemente dal colore politico.
Purtroppo però nessuno ha accolto la proposta del MoVimento5Stelle ed ogni schieramento ha preferito continuare ad agire anteponendo le proprie logiche di partito agli interessi della comunità cittadina.
Nel frattempo il MoVimento5Stelle, che prosegue la propria battaglia a fianco dei cittadini, ha dato voce al documento presentato dai comitati locali a tutti i consiglieri sia di maggioranza che di opposizione, e lo ha depositato come una nuova Mozione che chiede al Sindaco ed alla sua Giunta di dichiarare l’indisponibilità di Fiumicino a continuare ad accogliere i rifiuti provenienti da Roma e disponga, in tempi rapidi la cessazione delle operazioni di trasferenza dei rifiuti di Roma presso l’impianto AMA di viale dell’Olmazzeto, nonché impegni il Comune di Fiumicino, nel rispetto delle decisioni assunte all’unanimità dal Consiglio stesso il 19 novembre 2014, a non consentire la realizzazione nel proprio territorio di impianti di trattamento dei rifiuti mediante biogas od altro genere di tecnologia che possa potenzialmente gravare con l’ ulteriore emissione di agenti inquinanti la già critica situazione ambientale.
L’atto depositato dalla consigliera Velli del MoVimento5Stelle può ancora essere firmato dai consiglieri di qualsiasi forza politica presente in Consiglio Comunale, che vogliano davvero dimostrare il proprio impegno concreto”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli