21 settembre 2017

Dal Cipe via libera alla autostrada Tirrenica

Lo ha detto il viceministro delle Infrastrutture, Mario Ciaccia, uscendo da palazzo Chigi. “Il Cipe ha approvato la nuova Tirrenica”, ha detto Ciaccia. Il comunicato diffuso al termine della riunione spiega che il Comitato ha approvato gli interventi per la Livorno Civitavecchia e la Roma Latina. Per la Tirrenica sono stati deliberati interventi per “148 chilometri pari a 1,3 miliardi di euro, a fronte di un costo complessivo per i 206 chilometri dell’intera opera pari a 2 miliardi di euro, la cui copertura finanziaria è a carico della concessionaria Sat”.
Il Cipe ha anche approvato il progetto definitivo del tratto compreso fra la A12 Roma – Civitavecchia e Tor de’ Cenci nell’ambito del Corridoio intermodale Roma – Latina e del Collegamento Cisterna – Valmontone. L’investimento è pari a 520,1 milioni di euro, cui si aggiungono 1.319 milioni di euro per la tratta Roma (Tor de’ Cenci) – Latina e 586,4 milioni di euro per la bretella Cisterna-Valmontone i cui progetti definitivi sono già stati approvati dal Cipe, per un importo totale di 2.425,5 miliardi. È previsto un finanziamento pubblico complessivo del 40 per cento (970,2 milioni di euro), di cui 468,1 milioni di euro già disponibili.
Lo scorso 13 luglio Ciaccia, parlando all’assemblea dell’Ance, aveva anticipato la riunione del Cipe di oggi dicendo che sarebbero stati approvati i piani economico finanziari della Sat (autostrada tirrenica), Orte-Mestre e della Pontina, “per un volume complessivo di 18 miliardi”. Il capitale di Sat (Autostrada tirrenica) è controllato da Autostrade per l’Italia (Atlantia) al 24,98%, Holcoa (cooperative) 24,98%, Vianco (Vianini Lavori) 24,98%, Mps 14,98% e Salt (Sias) e piccole quote alle amministrazioni locali di Grosseto e Viterbo. 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli