26 settembre 2017

Dalla Regione contributi per Taxi e Ncc

I contributi sono destinati a singoli intestatari della licenza, iscritti all’albo degli artigiani; Cooperative (Imprese con scopi mutualistici)intestatarie della licenza e proprietarie delle autovetture, dalle quali il singolo è autorizzato all’esercizio del servizio; Associazioni di fatto, che organizzano il lavoro dei singoli titolari della licenza e proprietari dell’autovettura, in base al conferimento della licenza da parte degli stessi. Le spese ammissibili al contributo prevedono due tipologie di investimento: acquisto o rinnovo dell’autoveicolo (nuovo di fabbrica) destinato al servizio, anche predisposto per trasporto di soggetti portatori di handicap di particolare entità; installazione sul veicolo di uno o più dispositivi quali radio di servizio, apparecchiature ad essa collegate, allestimenti speciali, compresi divisori atti a garantire la sicurezza del conducente. Il contributo per l’acquisto o rinnovo dell’autoveicolo sarà corrisposto in conto capitale nelle misura massima del 15% del costo di fatturazione al netto d’Iva e per un massimo di € 3.098,74 elevabile a € 5.164,57 nel caso di vettura idonea al trasporto di portatori di handicap; il contributo per l’installazione di dispositivi è determinato, invece, nella misura del 50% della spesa ammissibile. I contributi previsti per le due tipologie di investimento sono cumulabili tra loro entro il limite complessivo di € 4.648,11 per ciascuna autovettura. Relativamente alle stesse tipologie di investimento e per ciascun titolare della medesima licenza, non possono essere richiesti finanziamenti da chi ne abbia già goduto, se non decorsi tre anni dalla data della fattura già emessa in precedenza al contributo stesso.  Per saperne di più sul bando occorre collegarsi al sito internet www.regione.lazio.it, Area Attività Produttive, oppure www.agevolazio.it/cerca/artigiani o contattare il numero verde URP regionale al 800.01.22.83.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli