19 ottobre 2017

Comitato e differenziata, domande al Comune

in merito ai dati reali relativi sia al costo del servizio sia sulle percentuali di differenziata raggiunte. Peccato che l’unico interlocutore ufficiale che potrebbe e dovrebbe confermare o smentire questi dati, l’Amministrazione, ha scelto il silenzio. Con l’unico scopo di evitare il perdurare del diffondersi di notizie approssimative che nulla aggiungono alla conoscenza dei fatti, così come sostiene l’ATI, chiediamo al Sindaco Montino di fornire alcuni dati che, seppure richiesti da mesi, non sono a tutt’oggi disponibili:
1. Qual è la percentuale di raccolta differenziata raggiunta nelle località del comune servite con la modalità del porta a porta?; Qual è quella raggiunta nelle località del comune servite con cassonetti stradali?
2. Quanto materiale differenziato, suddiviso per frazioni merceologiche, proveniente dalla raccolta porta a porta viene venduto alle piattaforme di recupero? Quanto quello proveniente dalla raccolta stradale?
3. Quanto ha incassato il Comune da tali vendite? E quanto è stato riconosciuto all’ATI?
4. Quanti rifiuti umidi abbiamo conferito e Pontinia e quanto abbiamo speso? Quanto spenderemo per conferirli, come annunciato, all’impianto di trasferenza dell’AMA a Maccarese?
5. L’Amministrazione conferma il dato ATI che sostiene essere quasi al 50% di raccolta differenziata (nelle località servite in questa modalità)? E come viene calcolata questa percentuale?
6. Esistono altri extra costi da corrispondere all’ATI oltre a quelli dichiarati dalla stessa società per il periodo giugno-settembre 2013 e pari ad euro 243.666,04+iva?
7. Quanto abbiamo speso quest’anno (a tutt’oggi) per il servizio rifiuti? E quanto per il solo servizio di raccolta differenziata porta a porta, considerato che la Provincia di Roma ha finanziato il progetto con euro 2.600.000?
Ed infine a quanto ammonta il recupero dell’evasione a cui l’Amministrazione sta lavorando da mesi? Sono tante domande per le quali non solo noi, ma anche tantissimi cittadini, aspettiamo risposte chiare e semplici.
Secondo i nostri calcoli desunti dai pochissimi dati che l’Amministrazione fornisce, la percentuale di raccolta differenziata nel nostro comune è in picchiata rispetto a Luglio 2013 ed oggi oscilla fra il 20 e il 22%, si posizione intorno al 33-36% nelle sole località dove è attivo il porta a porta, e questo lo si evince dai dati esposti sul sito “Fiumicino Differenzia”, che raccontano di un calo importante dei conferimenti da Luglio-Agosto ad Ottobre 2013 (non spiegabile con la fine della stagione turistica), nulla conosciamo rispetto al recupero dalla vendita dei materiali differenziati, nulla sul recupero dell’evasione che abbiamo stimato essere circa del 50%. Sindaco, con chiarezza e precisione smentisca i nostri dati, ne saremmo felici, vorrebbe dire che qualcosa sta veramente cambiando.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli