17 ottobre 2017

Dolce Spiaggia 2011, un vero successo

Stavolta sono stati più di cento i volontari coinvolti in “Dolce Spiaggia”, nel tratto d’arenile  scelto da Federico Fellini per la mitica scena finale della “Dolce Vita”. Tanti alunni della scuola elementare del 157° Circolo Didattico di Torrimpietra con i loro genitori, ma anche molti bambini più piccoli. Oltre alla popolazione locale, visitatori romani e soprattutto il Circolo di Legambiente Garbatella, ormai conquistati dalla passione e dalla vivace atmosfera che si vive a Passoscuro in occasione delle giornate nazionali di pulizia della spiagge. Ma quest’anno, accanto alla gioia di condividere un’esperienza di lavoro e di convivialità, la manifestazione è stata segnata dall’allarme per l’inquietante episodio di venerdì 20 maggio, quando le acque del “Fiumicello” (la definizione è di Fellini) si sono tinte di scuro, e il veleno di scarichi evidentemente irregolari ha ucciso tutti i pesci, piccoli e grandi, comprese alcune grosse carpe da 5 chili. I cittadini e le associazioni presenti sabato 28 a “Dolce Spiaggia” hanno espresso la loro preoccupazione ai Carabinieri della sezione locale, che erano subito stati chiamati dai testimoni presenti allo scempio. Si è appreso peraltro che due giorni prima del disastro, un’altra segnalazione era giunta alle Forze dell’Ordine in relazione a uno scarico inquinante lungo lo stesso Rio Tre Denari, nell’interno, parecchio a monte di Passoscuro. L’auspicio è che i due eventi vengano messi in relazione dalla Forestale, che secondo i Carabinieri, sta seguendo il caso. La giornata di pulizia ha prodotto una grande quantità di sacchi di rifiuti e diverse ferraglie arrugginite, fra cui un carrello da supermarket che i volontari hanno faticosamente dissotterrato dal letto del fiume. Tuttavia nell’insieme l’immondizia era meno degli altri anni. E questa è un’altra notizia, per fortuna di segno positivo: evidentemente il ripetersi delle giornate di volontariato sulle spiagge sta modificando gli atteggiamenti delle persone che vivono quel territorio e che oggi stanno imparando a rispettarlo.  Dopo la fatica, c’è stata poi una apprezzatissima degustazione di cibi locali, realizzata grazie alle donazioni degli agricoltori della zona e all’operosità delle famiglie e di alcuni esercizi commerciali del paese. Al delizioso pic-nic sono stati invitati alcuni ambulanti di passaggio, che hanno molto gradito. Stranieri accusati a torto o a ragione di sporcare la spiaggia, ma che di sicuro dopo aver assistito al lavoro dei volontari e aver goduto della loro ospitalità, si guarderanno bene in futuro dal rovinare questo splendido tratto di litorale. “È vero, qui è molto bello” , dicevano  ricordando con nostalgia le loro spiagge africane incontaminate… Bilancio più che positivo, insomma per l’edizione 2011. Anche perché l’assessore alla Cultura del Comune di Fiumicino Govanna Onorati, intervenuta in rappresentanza del Sindaco, è sembrata sinceramente colpita dall’impegno della popolazione, ed ora provvederà ad attivare percorsi ufficiali per le richieste avanzate. Onorati ha voluto fotografare il luogo, la gente al lavoro, ed anche il ponticello e la passerella, oggi in condizioni grevemente degradate e pericolose. La richiesta di manutenzione regolare della passerella che collega Passoscuro alla spiaggia di Maccarese e del ponte di legno è contenuta nel decalogo che Dolce Spiaggia ha consegnato appunto al Sindaco nella persona dell’Assessore Onorati. Vi si chiede anche il posizionamento di cestini, la sorveglianza, l’applicazione di sanzioni a chi danneggia l’area, una segnaletica che riporti notizie e immagini sulle scene della Dolce Vita girate a Passoscuro, e l’avvio delle procedure necessarie all’interramento dei cavi elettrici e telefonici che deturpano questa parte della Riserva Statale del Litorale Romano. Quest’ultima richiesta, già a suo tempo accolta in dichiarazioni pubbliche, dal Comune di Fiumicino, gode dell’appoggio del FAI, grazie alla petizione selezionata nel concorso “Il Luoghi del Cuore” 2009. Un bilancio positivo dunque non solo per la partecipazione popolare e per la presenza delle autorità, ma anche perché stavolta davvero sembra che stia avvenendo una presa di consapevolezza anche da parte dell’Amministrazione Comunale circa il valore di questo luogo e delle sue potenzialità.  “Dolce Spiaggia” è stato anche un momento di incontro e di consolidamento delle presenze associative che nel territorio di Fiumicino e della Via Aurelia si battono contro ulteriori aggressioni alla campagna produttiva e alle aree litoranee protette (l’annunciata discarica, l’ampliamento dell’aeroporto, la cementificazione diffusa, gli abusi e gli scarichi illegali). Un percorso che parte dal basso, dal mettersi personalmente in gioco, e che riguarda in generale il necessario ripensamento di un modello di sviluppo basato finora sul consumo di suolo e di risorse. L’alternativa ormai inevitabile, per chi ama i suoi luoghi, è salvare quello che resta di natura e farlo conoscere, per sviluppare un turismo consapevole e “dolce”.

Hanno partecipato a Dolce Spiaggia 2011:  Legambiente Lazio, Legambiente Garbatella, Wwf Litorale Romano, Slowfood Fiumicino, Marevivo ladispoli, Un fazzoletto nel mondo, Passoscuro nel Web, Sangiovannella, Ludus, Comitato Fuoripista, Comitato per la Riserva del Litorale Romano, Comitato civico Palidoro, Comitato  Non Bruciamoci il Futuro, Comitato No Discarica a Fiumicino, Azienda agricola biologica CARAMADRE – Fiumicino,  Azienda agricola biologica MARCO PAPI – Maccarese, Azienda agrituristica biologica CASALE DEL CASTELLACCIO, Via di Castel Campanile – Palidoro,  Azienda agricola LUCIANO CERVIGNI – Maccarese, Azienza agricola CASTEL DI GUIDO – Roma, Azienda agricola FATTORIA VERDE – Palidoro, Azienda agricola FATTORIA DIDATTICA SALVUCCI – Palidoro, Ristorante DA COSTANTINO – Passoscuro, Supermarket DOMENICO GUERRA – Passoscuro, Ferramenta MARCON – Passoscuro, Stabilimento NAUT IN CLUB – Passoscuro, Il BUCO DELLO STOMACO – Passoscuro,  Bar SORRISO – Palidoro.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli