24 settembre 2017

Elena Pavinato, suo un pezzetto di Oscar

Elena Pavinato, suo un pezzetto di Oscar

Impossibile non averla incontrata almeno una volta mentre fa jogging per le strade di Maccarese o Fregene. Ma in realtà la corsa è la sua seconda passione, perché al primo posto nella vita di questa spumeggiante trentaseienne c’è da sempre l’arte.

Nata e cresciuta a Maccarese, Elena Pavinato ha frequentato l’Accademia di Belle Arti e nel 2007 ha concluso il percorso di specializzazione in Scenografia e Costume presso il prestigioso Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Qui l’incontro con Piero Tosi, forse il più noto costumista italiano e Premio Oscar alla Carriera nel 2014, che ha ispirato e plasmato il suo innegabile talento per il disegno. In breve tempo Elena ha iniziato la sua gavetta lavorando per varie produzioni e con diversi costumisti, ma non è stato difficile per lei farsi notare e apprezzare. Fino all’incontro con la costumista Milena Canonero, che dopo aver visto alcuni suoi disegni l’ha voluta nel suo staff  sul set di varie pellicole tra cui“Romeo and Juliet” e “Last Summer”. Ma Elena ha contribuito anche al successo del film “The Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson, per il quale la Canonero ha recentemente vinto il 4° Premio Oscar come Miglior Costumista.

“Per questo film abbiamo lavorato sodo per 3 mesi a Görlitz (Polonia) – racconta Elena – è stata una esperienza incredibile. La soddisfazione viene non solo dal disegnare i costumi, ma anche dal seguirne passo passo la realizzazione in laboratorio e dal rifinirli quando gli attori li stanno indossando.”

Le chiediamo cosa si porta a casa da questa esperienza. “Milena è una mente geniale, una vera regista dell’immagine. Ho imparato tantissimo da lei e da tutta la squadra, formata da talenti tutti rigorosamente italiani – risponde con modestia – Ho avuto il piacere e l’onore di lavorare alla bellezza, quella di cui le persone si riempiono gli occhi”.

E quando le domandiamo se anche lassù è andata a fare jogging sulle strade innevate della Polonia risponde: “Certo. Mi sono trovata davanti Jude Law che ha la mia stessa passione: non ho potuto perdere l’occasione di fare una corsetta in buona compagnia!”

Corri Elena, ti aspettano tanti altri successi.

Elisabetta Marini

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli