24 settembre 2017

Fatboy Slim, serata di passione..

Una giornata di passione, iniziata nel primo pomeriggio quando centinaia di persone sono arrivate sul lungomare già saturo di auto in sosta, una ondata di ragazzi provenienti da diverse città italiane che si preparavano al concerto. Per quanto all’interno del Janga l’organizzazione sia stata accurata, con 80 persone del servizio d’ordine, fuori è stato il caos. Anche perché a parte i nostri carabinieri, sempre presenti, di forze dell’ordine all’esterno se ne sono viste poche. Con gli stabilimenti confinanti costretti a chiudere già dalle 17 i cancelli per evitare che ondate di ragazzi, forse senza biglietto, entrassero in spiaggia. Problemi anche al traffico, in entrata come in uscita. Poi man mano che ci si avvicinava alle 21 l’emergenza rientrava, a quell’ora il lungomare teneva l’urto, anche se a Fregene sembrava di essere tornati ai tempi delle 10 discoteche aperte in contemporanea. A quel punto era la musica molto alta a creare problemi, il concerto è andato avanti fino alle 2 di notte e non c’è stata una zona di Fregene o Maccarese che non lo abbia sentito in diretta alla perfezione.
Questa mattina bottiglie ovunque, sul lungomare e in spiaggia. Tutto legale e autorizzato dalla pubblica amministrazione, per carità. Con migliaia di giovani che si sono divertiti fino a tarda notte in riva al mare, per quella che per loro resterà una serata epica. Come è accaduto forse in altre iniziative che si sono svolte sempre sulla riva del mare nelle settimane precedenti all’Oasi o altrove.
Tutto questo riapre improvvisamente “la diatriba”, mai sopita, che ha avuto il suo culmine ai tempi delle discoteche, quando ogni notte almeno 10 mila persone arrivavano qui dalla capitale. Se da un lato c’è chi vorrebbe eventi del genere per rompere quello che viene definito lo “schema dormitorio” del centro balneare, dall’altro c’è chi contesta questa scelta non ritenendola assolutamente in linea con la capacità ricettiva e con la stessa struttura residenziale di Fregene. La prossima puntata è vicina, all’Oasi Beach Club il 23 luglio è atteso in riva al mare Ferry Corsten, un altro musicista capace di attirare migliaia di giovani…

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli