15 novembre 2018

Firmata la convenzione, ora si aspetta il geotubo

È  stata firmata la convenzione tra il Comune di Fiumicino e gli operatori balneari di Fregene sud per la manutenzione ordinaria del geotubo che la Regione Lazio realizzerà a tutela del tratto di costa minacciato dall’erosione. Ora si aspetta la sua posa in mare, il cantiere è pronto da tempo e come le condizioni meteo miglioreranno si dovrebbe partire con lo scavo in mare anche se una data certa ancora non è stata ufficializzata.
“Come avevo annunciato nei giorni scorsi – spiega il sindaco di Fiumicino Esterino Montino – si è giunti finalmente all’accordo che attribuisce le competenze sulla manutenzione di un’opera concordata tra Regione e operatori balneari, con l’assenso Comune, in via sperimentale per contrastare il fenomeno dell’erosione a Fregene sud. La convenzione che è stata firmata con gli operatori balneari di quel tratto di costa durerà fino al 31 dicembre 2020”.
“La realizzazione del geotubo – prosegue – si fa sempre più urgente. Lo testimoniano le mareggiate verificatesi tra il 28 e il 30 ottobre scorso che hanno causato danni gravissimi, denunciati tramite pec al Comune dall’Associazione Balnearia Litorale Romano, provocando l’abbattimento di cabine, il danneggiamento delle coperture di bar e ristoranti e una ulteriore diminuzione delle superfici arenili. Per questi motivi la stessa Associazione ha chiesto un intervento straordinario e l’abbattimento del canone demaniale del 50%, secondo quanto prevede la legge”.
“Inoltre – conclude Montino – si sono resi disponibili a un confronto con tutti gli Enti interessati per affrontare con somma urgenza questa situazione. Noi, come al solito, diamo la nostra piena disponibilità per un tavolo interistituzionale alla presenza della Regione e dell’Agenzia del Demanio, titolare dei canoni demaniali”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli