21 ottobre 2017

Fiumicino 2, “madre di tutte le battaglie”

Dichiariamo fin da ora che faremo di questa questione il nostro obiettivo primario portando all’attenzione di tutte le Istituzioni quanto sta accadendo intorno a questa vicenda.
Nessuna delle vecchie forze politiche, liste, movimenti è credibile su questo tema avendo per anni dormito o peggio mentito ai cittadini sulla portata e la natura di questo pseudo progetto.
Le bugie, le complicità, le furbizie, le false promesse, i conflitti di interesse dovranno essere portati alla conoscenza di ogni cittadino di Fiumicino. Non siamo sudditi o schiavi di nessuno e conoscere e comprendere oltre ad essere un diritto di ognuno di noi è anche un dovere di ogni cittadino evoluto.
Certi personaggi imperversano da anni sfruttando coperture politiche e l’indifferenza generale. Il risultato è ora visibile e tangibile per tutti.
La speculazione che stà mettendo in atto ADR ai danni della nostra Comunità è inaccettabile. Usando il ricatto dei posti di lavoro tenta di carpire la benevolenza di un territorio martoriato dalla mancanza cronica di occupazione, che è invece frutto delle politiche sbagliate portate avanti in questi anni da amministratori ottusi e incapaci di qualunque innovazione e progetto sensato e da imprenditori famelici campioni della devastazione del territorio e dell’economia di breve respiro.
Oggi l’Aeroporto di Fiumicino è mal gestito e rappresenta un’occasione persa per il nostro Comune. Non crea quell’economia buona indotta che dovrebbe e potrebbe generare (turismo, servizi, accoglienza, etc.), offre posti di lavoro precari e colleziona ogni anno crisi e vertenze aziendali. È praticamente impermeabile al territorio sul quale non porta turisti stranieri e ad alto valore che rimangono patrimonio dello scalo o vengono rapidamente portati a Roma. Si potrebbe fare molto di più e meglio partendo da una vera opera di messa in efficienza dell’aeroporto capace di qualificarlo e aumentarne la capacità a perimetro costante.
È al contempo necessario limitare al massimo il suo impatto ambientale in termini di inquinamento acustico, atmosferico, delle acque e del suolo. Fino ad oggi è stato fatto poco o nulla se non azioni meramente propagandistiche. I cittadini non hanno evidenza degli effetti sulla loro salute e sull’ambiente che oggi produce l’aeroporto.
È ora di far rientrare nella legalità l’Aeroporto di Fiumicino per renderlo finalmente un occasione positiva di sviluppo e occupazione per la Comunità che lo accoglie, non senza subirne disagi e problemi. Purtroppo non abbiamo molto tempo per agire, questa è forse l’ultima chiamata.

Progetto Comune Sostenibile
Lista Civica
Andrea Guizzi Coordinatore 348.7247.602

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli