25 settembre 2017

Fiumicino, presentata l’Università Popolare

Nata lo scorso il 15 giugno alle ore 18.30, è una Associazione senza fini di lucro, che nel solco di una lunga tradizione nata in Inghilterra nella seconda metà del XIX secolo, ha come finalità il progresso civile individuale, attraverso una ampia azione di promozione culturale. Le attività si rivolgono a quanti desiderano accrescere le proprie competenze sia per piacere di conoscenza sia per incrementare le proprie possibilità di affermazione sociale e professionale. I corsi e le attività vengono svolte secondo metodologie didattiche e tecniche, all’interno di un progetto condiviso tra docenti e studenti. Le attività formative offrono una ampia scelta, si va dall’Archeologia all’Astronomia, dalla Storia alle Scienze Sociali, dalla Psicologia alle Scienze Naturali, dal Giornalismo alla Fotografia, dalle Lingue Straniere all’Informatica, dal Teatro alla Danza e alle altre espressioni della cultura popolare, con attività in aula, itineranti e di escursionismo. Per un totale di 233 corsi che saranno suddivisi in due semestri; il primo partirà il prossimo 8 novembre e il secondo avrà inizio a metà gennaio. “I corsi si attiveranno con un numero minimo di otto iscritti – spiega Alessio Consoli – Per dare una marcata impronta territoriale, i docenti di questa università risiedono nel comune di Fiumicino. Per il resto è una normale università”. L’offerta didattica, viene completata con attività pratiche e ricreative, stage, viaggi e visite di studio. In Italia le prime Università Popolari risalgono agli inizi del Novecento annoverando tra i promotori e sostenitori illustri personaggi e uomini di cultura quali Benedetto Croce, Giovanni Bovio, Gabriele D’Annunzio, Roberto Ardigò, Gaetano Salvemini e Luigi Einaudi, solo per citare i più conosciuti. L’Università Popolare Portus si propone come luogo di incontro e di confronto di conoscenze ed esperienze diverse tese a favorire un vivere comune in chi aderisce ai suoi scopi e alle sue finalità. Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte  l’assessore allo Sport e alla Cultura del comune di Fiumicino, Gino Percoco, l’assessore alla Polizia Locale del comune di Fiumicino Giancarlo Petrarca, il Presidente di UP! Portus Università Popolare Franco Fatigati, il Vicepresidente e responsabile della Didattica Alessio Consoli e gli altri membri del Consiglio Direttivo. “Fiumicino è un territorio importante e strategico – fa notare Franco Fatigati – e credo che questa iniziativa sia un elemento oltre che culturale anche di aggregazione e socializzazione. Ci tengo a ringraziare l’amministrazione comunale per il supporto che ci ha dato, ed in particolare il sindaco Mario Canapini e gli Assessori Gino Percolo e Giancarlo Petrarca”. “Fiumicino ha bisogno dello sviluppo culturale – aggiunge l’assessore Gino Percoco -, per questo ho sposato l’iniziativa sin da subito”. In questi giorni è stato attivato un canale comunicativo con le scuole del territorio di Fiumicino, sia per orientare gli studenti sia per far conoscere questo nuovo ambizioso progetto. “Il mio impegno c’è stato sin da quando mi è stata proposta questo progetto mentre ero a tavola con degli amici – gli fa eco Petrarca -. Ho intravisto nel progetto non solo la possibilità di crescita del  territorio, ma anche un’opportunità per far socializzare la gente”. E venerdì 24 per presentare al pubblico programmi e attività dalle 19.00 alle 23.00, sempre all’interno di Villa Guglielmi, ci sarà una grande festa con buffet, musica, balli, teatro e tanto divertimento. Per info su corsi e iscrizione è in rete il sito www.uniportus.it.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli