24 settembre 2017

Foto trappole per i rifiuti, vinto il bando

Arrivano 80 telecamere nel comune di Fiumicino

Per cercare di far fronte all’emergenza rifiuti a settembre di quest’anno l’amministrazione comunale ha valutato anche la necessità di adottare un sistema di videosorveglianza basata sull’impiego di fototrappole. Per questo ha partecipato all’avviso pubblico per l’assegnazione di finanziamenti ai Comuni della Città Metropolitana di Roma Capitale finalizzati a contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti attraverso l’implementazione di sistemi per il controllo e la tutela ambientale. E ora il 15 dicembre è stata approvata in Giunta la delibera con cui il Comune di Fiumicino ha accettato, a seguito della partecipazione al bando, 42.500,00 euro finalizzati al progetto “Monitoraggio delle strade comunali e provinciali per la verifica della presenza di particolari tipologie di rifiuti e successiva raccolta periodica”.

“Esprimo soddisfazione, come Presidente del Consiglio comunale di Fiumicino e come ex delegato all’Ambiente della Città metropolitana di Roma – dichiara la Presidente del Consiglio comunale Michela Califano – che anche il mio Comune si sia aggiudicato un contributo per la rimozione di rifiuti sulle strade provinciali che attraversano il nostro territorio. È un bando che io feci prima di andare via, a beneficio di tutti quei territori che hanno al loro interno strade provinciali, per dare un aiuto alle Amministrazioni su una questione, quella dei rifiuti in strada, che riguarda il decoro e la salute di tutti. Fiumicino si è aggiudicata oltre 40 mila euro che vanno a supporto dell’azione dell’Amministrazione sulla pulizia della città. Ribadisco che la soddisfazione è doppia, anche perché il nostro Comune, avendo io girato tutti i Comuni e avendo ben presente la fotografia dei 120 Comuni della Provincia di Roma, è l’unico nel Lazio con questa estensione territoriale e con un porta a porta spinto su tutto il territorio, senza più un cassonetto su strada. Ci saranno altri obiettivi sicuramente per migliorare e affinare la raccolta differenziata”.
“Finalmente – aggiunge il Presidente della Commissione Ambiente Massimiliano Chiodi – è in partenza il progetto sperimentale con le foto-trappole. Era una richiesta su cui abbiamo lavorato da tempo in Commissione, con l’assessore Cini, il dirigente Dello Vicario, gli uffici e con l’ex delegato alla Città Metropolitano, ovvero il nostro presidente del Consiglio Califano, e oggi con la delibera votata in Giunta va in porto questo risultato. Esso fa parte della lotta che questa Amministrazione sta portando avanti contro i “furbetti” dell’abbandono dei rifiuti e per il monitoraggio delle strade territoriali. Già l’assessore Cini nelle ore scorse ha anticipato il lavoro che si sta facendo anche con i Vigili urbani, nell’ottica della tutela ambientale e affinché tutti contribuiscano economicamente in modo equo al successo della raccolta differenziata”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli