25 settembre 2017

Fregene, che settore giovanile!

Vince ancora la formazione juniores di Mr. Vigna, dimostrando personalità e conquistando un campo ostico, come quello del Pianoscarano (in pozzolana). La partita parte tesa, ma il Fregene sembra prendere in mano la situazione già nella prima frazione di gioco, conquistando un buon controllo di palla. Intorno alla mezz’ora il risultato si blocca con l’ottimo inserimento di Romanelli che approfitta di una incertezza della difesa casalinga, su rimessa del portiere, per impossessarsi della palla ed andare in gol. Nel secondo tempo sono ancora i ragazzi di Vigna a farsi notare: un bel fraseggio tra Salvati e Franceschini, porta quest’ultimo solo di fronte alla porta di Guidarelli che non riesce a fermarlo, ma la conclusione finisce di poco sul fondo, a porta vuota. È poi la volta di Trippa che colpisce una bella palla di testa inviandola di poco fuori, mentre, in chiusura, ci riprova Romanelli, su calcio di punizione, non centrando di poco lo specchio della porta. Tre belle occasioni per i ragazzi del Fregene che non lasciano spazi di manovra, sul proprio campo, agli avversari, dimostrando carattere nel condurre una partita non semplice, meritando infine i complimenti di Mr. Vigna per l’ottima prestazione.

 Mattinata poco fortunata invece  per i ragazzi di Mr. Mei costretti a scendere in campo con una squadra un po’ rinnovata a causa delle notevoli assenze, sia per squalifica che per infortunio e a giocare buona parte del secondo tempo in inferiorità numerica, per due espulsioni, assegnate in maniera diretta e forse un po’ troppo fiscalmente dall’arbitro di gara. Fortunata, invece la formazione dell’Ottavia che si è vista regalare quel gol tanto cercato e non trovato. Questi gli elementi base di una partita che sembrava tranquilla, finita invece sotto una tale pressione che ha comunque provocato la reazione dei ragazzi di Mei, riusciti infine a recuperare il pareggio.Nel primo tempo si assiste ad uno scontro non molto carico, durante il quale si evidenziano due buone palle gol per i padroni di casa, non concretizzate da Flore che chiude, con imprecisione, sul portiere. La replica degli ospiti arriva con Celi e Appolloni, che trovano però Serantoni pronto a chiudere. Intorno alla mezz’ora arriva la sfortunata deviazione di Ianni su un cross che si alza dall’angolo destro del campo e che regala il vantaggio all’Ottavia. L’ultima palla gol è per il Fregene, con Ferrara che non riesce a centrare di poco lo specchio della porta, dopo essersi liberato sulla fascia destra.  Il secondo tempo vede rientrare in campo le squadre con atteggiamenti un po’ diversi: l’Ottavia cerca di rallentare il gioco per mantenere il vantaggio, mentre il Fregene spinge per recuperare il risultato. Al 13’ Del Grosso impegna Severini, con un tiro basso e angolato da punizione, che il portiere riesce a deviare con un bel tuffo. Intanto l’arbitro allontana l’allenatore Palmucci e, più tardi, espelle direttamente con cartellino rosso, prima Flore e poi Malvati per fallo. Sale l’adrenalina, la tensione cresce e la partita si infuoca, ma i padroni di casa riescono comunque a trovare la palla gol, con un buon servizio per D’Onofrio, che parte in volata dal centro campo e beffa Severini scavalcandolo con il pallone. A fine partita l’occasione arriva anche per l’Ottavia, con Iceti che sbaglia di poco, mentre l’ultima chance è ancora per il Fregene, con Candida che non riesce a concludere. Gli ultimi minuti sono frenetici: il ragazzi di Mr. Mei tentano la rimonta fino all’estremo, ma il fischio dell’arbitro arriva, dopo un buon recupero per il tempo perso in partita, fermando il gioco sull’ 1 a 1.

 

Ottima prestazione per i Giovanissimi regionali di Mr. Izzi che dominano nel “derby” con i vicini di casa: il ruolo del migliore in campo, infatti se lo conquista Forlini, il bravo portiere del Maccarese, riuscito a limitare i danni, subendo solo 3 gol.  Gli ospiti scendono in campo subito in attacco, sfiorando la rete in diverse occasioni, già nei primi minuti di gioco: ed è solo la bravura del portiere, o forse l’imprecisione degli attaccanti, a negare momentaneamente il vantaggio agli ospiti. È intorno al quarto d’ora che la partita si sblocca, ma non il risultato visto l’annullamento del prmo gol, per un’irregolarità rilevata dall’arbitro, su un colpo di testa di Spagnoletti. Dopo diversi tentativi arriva il meritato vantaggio per gli ospiti, con De Lucia che sfrutta una ribattuta di Forlini. Il fischio dell’arbitro manda i ragazzi negli spogliatoi, con il portiere ospite D’Angelo ancora inoperoso.  Nella ripresa il Fregene si scatena, costringendo il Maccarese a cercare di limitare i danni: il raddoppio di Belli arriva al 13’ con un calcio di punizione, battuto perfettamente. Parte poi la girandola delle sostituzioni. Segue una rocambolesca azione derivata da calcio d’angolo, che vede il portiere casalingo districarsi in eccellenti ribattute, ripetute nel giro di pochi secondi, per capitolare al quarto tentativo sulla zampata vincente di Cesarini.  Il risultato riporta il Fregene meritatamente in vetta alla classifica, nel proprio girone, dopo la sfortunata partita della scorsa domenica.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli