16 dicembre 2017

Fregene e Amatrice, il gemellaggio continua

Era il 24 agosto scorso quando nel cuore della notte la terra del centro Italia ha iniziato a tremare in modo traumatico e violento. Amatrice, Accumuli, e tantissimi altri paesi si sono sbriciolati proprio come i castelli di sabbia costruiti dai bambini in riva al mare. Ma qui parliamo di case distrutte, di centinaia di vite spezzate, di località rase al suolo, di storie sconquassate. Al di là delle passerelle politiche e delle riprese da parte delle telecamere da parte dei mass media nazionali e mondiali, c’è chi subito ha dimostrato solidarietà con i fatti a tutte quelle popolazioni. Che oggi più che mai hanno bisogno di tornare a vivere, a sorridere. “Già l’8 settembre – racconta Angelo Giavara, presidente dell’Associazione Vivere Fregene – ho comunicato il programma delle iniziative all’amministrazione comunale di Amatrice, dove la maggior parte delle persone che conoscevo sono morte a causa del terremoto”. Il primo appuntamento c’è stato a Fregene con la Festa della Castagna, quando la giornata è stata dedicata all’amatriciana fatta direttamente dai cittadini di Amatrice. “E adesso – sottolinea Giavara– l’appuntamento è con la XII edizione della Festa di Primavera per il 7 maggio, dove ancora una volta sarà la pasta all’amatriciana la protagonista. Verrà realizzata da loro, che sono maestri,  e ci sarà la partecipazione dell’amministrazione di Amatrice con il Sindaco Sergio Pirozzi. Tutto l’incasso andrà a loro”. L’evento, che si terrà nella piazzetta di viale Nettuno di Fregene davanti all’Ufficio Postale, partirà alle 10 con il mercatino dell’antiquariato; alle 11 consegna del materiale per la terza edizione dell’estemporanea “Fregene in fiore” riservata ai bambini; alle 12 Amatriciana; alle 15 maga Zucchina con animazione; alle 16 consegna da parte dei bambini delle opere dell’estemporanea con premiazioni; alle 17 esibizione scuola di danza e ginnastica artistica; alle 18.30 nuovo appuntamento con l’amatriciana con il duo “Scoppoletta band”, mini corrida  e “balliamo tutti insieme”; e alle 20 estrazione gratuita per tutti i presenti di una bicicletta. Per tutta la giornata ci saranno dei banchetti con i prodotti di Amatrice. “Le sorprese non finiscono qui – dice Giavara – perché oltre alla beneficenza abbiamo in calendario anche una giornata di divertimento e socialità”.
E il prossimo 28 maggio l’Associazione Vivere Fregene, in collaborazione con Confcommercio Fiumicino, Comitato Spontaneo Villaggio dei Pescatori e con il patrocinio dell’Assessorato alle attività Produttive del Comune di Fiumicino, porterà ad Amatrice uno spicchio di mare di Fregene. Per l’occasione, infatti, verranno fatti a tutti i presenti gli spaghetti con le telline. Alla giornata di festa ha aderito la Banda Musicale della Pro Loco di Fiumicino, Maga Zucchina e altri si stanno aggiungendo. “Chiunque voglia partecipare e collaborare con nuove idee – fa sapere Giavara – può rivolgersi a noi. Queste popolazioni hanno bisogno di tornare a passare momenti di svago e noi siamo felici di poterli aiutare così. La nostra intenzione è di arrivare a stringere un gemellaggio tra Fregene e Amatrice”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli