20 settembre 2017

Fregene, inizio di rigore

I biancorossi, dopo aver chiuso il 2012 con la vittoria interna contro il Pisoniano per 2-0, riprendono la marcia verso quel sogno non più un’utopia. Per quanto riguarda il match la squadra di casa già all’11’ va vicina al vantaggio con un colpo di testa di Garat. Al 16’ i ragazzi del neo tecnico Castagnari potrebbero andare in gol, ma la conclusione di Elisei, ben servito da Marconi, finisce su Assogna. Al 19’ l’episodio chiave: Gay calcia un bolide da fuori area, Parla si oppone con la mano e l’arbitro concede il calcio di rigore al Fregene che Garat trasforma con freddezza. La Caninese reagisce e al 25’ si rende pericolosa con Marconi, ma il portiere di casa Assogna è attento. Nella ripresa il Fregene al 24’ sfiora il raddoppio con Zino che colpisce l’incrocio dei pali dopo una conclusione a girare. Al 30’ su cross di Marconi, Borriello di testa potrebbe pareggiare il conto ma Assogna sembra insuperabile. Al 31’ numero di Garat che si libera dei difensori di Castagnari, ma alla sua conclusione ravvicinata si oppone ottimamente di piede Castra negandogli così la gioia di un raddoppio che sarebbe stato meritato. Per i ragazzi di mister Vigna domenica c’è l’impegno in trasferta contro il Rieti, che è seconda a solo un punto di vantaggio dai biancorossi.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli