22 settembre 2017

Fregene, le tre priorità di Montino

A parte l’inquinamento marino e l’erosione, argomenti sui quali è stato aperto un tavolo di confronto con l’assessore regionale all’Ambiente Fabio Frigeri, al centro dell’agenda ci sono il completamento di viale Castellammare, che si è fermato a via Cattolica, la realizzazione del lungomare da sud a nord e la questione decoro con in primo piano la sistemazione del Parco giochi di via Maiori.

“Su viale Castellammare ho chiesto al Gruppo Federici di verificare la possibilità di completare i lavori sul tratto non ristrutturato tra via Cattolica e via della Veneziana, anche nella parte fuori convenzione da via Loano verso sud – ha dichiarato Montino – la risposta è stata positiva, il Gruppo immobiliare ha chiesto una riduzione degli interventi su altre opere previste, in particolare la viabilità secondaria. Insieme dovremo ora definire i dettagli”.

Altra priorità è quella del lungomare, il progetto precedente, l’ultimo approvato dalla Giunta Canapini, sarà modificato, si punta sulla realizzazione di una pista ciclabile, della passeggiata pedonale e dei parcheggi a spina, su tutto il tratto di litorale, dal Villaggio dei Pescatori fino a sud, compreso il lungomare centrale dei Federici che prima rimaneva fuori. Completata la fascia antistante gli stabilimenti, secondo le risorse rimaste, verranno fatti i successivi interventi: aiuole centrali, marciapiedi retrostanti con parcheggi, arredi. Opere sulle quali è stato chiesta anche la collaborazione degli stabilimenti balneari.

Sulla questione decoro urbano il sindaco, in attesa della “ordinanza antidegrado” che costringerà tutti proprietari di terreni o manufatti a mettere in ordine le proprietà, intende procedere già a fine agosto alla sistemazione di tutte il Parco giochi. “Dobbiamo immediatamente riqualificare questa area che è proprio all’ingresso di Fregene – ha dichiarato il sindaco – qualche settimana fa abbiamo provveduto ad una pulizia generale della vegetazione e ora, grazie ad uno sponsor privato che si è offerto di aiutarci, delimiteremo tutta l’area con una recinzione bassa tipo quella della Pineta anche per impedire ai bambini di finire sulla strada, quindi procederemo ad una sistemazione più generale”.

“Ho deciso di incontrare le associazioni per condividere con loro le strategie da adottare verso la soluzione dei problemi principali delle località – ha detto Montino – un metodo che guiderà l’azione della amministrazione comunale per tutto il mio mandato”.

Intanto si sono fermati a fine luglio i lavori di pavimentazione delle strade del lotto centrale, riprenderemmo a settembre da via La Plaia.

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli