17 ottobre 2017

Fregene-Maccarese, un derby da vivere

Una partita che da sempre regala infinite emozioni, sia per l’attaccamento dei tifosi verso il proprio territorio sia per l’alto livello tecnico delle squadre. Quest’anno però si arriva a questo appuntamento del girone di ritorno con il Giada Maccarese in forma, anche se è reduce dalla sconfitta interna contro la Fontenuovese, e con il Fregene  in piena zona retrocessione ma a caccia della prima vittoria interna. In tutto il girone d’andata, infatti, i biancorossi hanno collezionato solamente due pareggi tra le mura amiche. E chissà che non ci riesca proprio in questo derby, riscattando così la sconfitta per 3-2 della gara di andata. Certo, tutto avrebbe avuto un sapore ancora più speciale se il giudice sportivo non avesse fermato il tecnico del Giada Maccarese Andrea Calce per due giornate, espulso nel corso della partita persa contro la Fontenuovese  “per avere rivolto all’arbitro – recita il comunicato federale – espressioni offensive”. Ma di certo anche dalla tribuna troverà il modo di farsi sentire vicino ai propri ragazzi. Tra le file del Giada Maccarese è stato appiedato dal giudice sportivo anche l’attaccante Daniele Prosia, anche lui espulso nella sfida contro la Fontenuovese. Nonostante queste defezioni, sarà un derby tutto da vivere. La mano pesante del giudice sportivo ha colpito anche le casse della società del presidente Dante Papili con una multa di 400 euro “perché propri sostenitori, nel corso del secondo tempo ed a fine gara (contro la Fontenuovese n.d.r.), rivolgevano alla terna arbitrale espressioni offensive – recita il referto del Giudice – Per indebita presenza di estranei, nel corso dell’intervallo ed a fine gara, all’interno degli spogliatoi; gli stessi rivolgevano all’arbitro espressioni ingiuriose”.

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli