22 ottobre 2017

Fregene, tre test in dieci giorni

Invece anche quest’ ultima spiaggia si è allontanata giorno dopo giorno fino a sparire in modo definitivo i primi giorni di agosto. Periodo in cui è iniziata la preparazione e l’allestimento della rosa. Dopo l’amichevole vinta 4-0 contro il Ciampino al Paglialunga, nei prossimi dieci giorni la formazione del neo tecnico Luigi Bernabei è chiamata a scendere in campo, sempre fra le mura amiche, giovedì 18 agosto contro la Città di Fiumicino (ex Fiumicino 85) alle ore 18.00, domenica 21 agosto contro il Fiumicino alle ore 11.00 e domenica 28 agosto contro l’Albalonga alle ore 11.00.  E se fino a qualche tempo fa le prospettive non andavano oltre l’obiettivo della salvezza, nei giorni scorsi c’è stato il colpo di scena; il presidente del settore calcio, Davide Ciaccia, dopo la parentesi poco fortunata con l’Atletico Roma, è ritornato in prima persona in via Fertilia, dando l’incarico a Massimo Corinaldesi di fare la squadra. “Ma non vengo nelle vesti di direttore generale – ci tiene a precisare Corinaldesi – Anche perché sono impegnato con le giovanili dell’Atletico Roma che stiamo cercando di mantenere. Il presidente mi ha chiesto una collaborazione per allestire una rosa valida e non mi sono tirato indietro, per amore che ho verso questa squadra e nei confronti di Fregene”.  La squadra  dai primi di agosto ha iniziato la preparazione in via Fertilia. “Della vecchia guardia sono rimasti solo Riccardo Cardinali e Simone Sebastiani, due autentiche bandiere – dice Cornaldesi – credo che dopo il busto dedicato ad Aristide Paglialunga per la memoria, in questo impianto ci dovrebbero essere anche quelli di questi due pilastri per i meriti sportivi. Cardinali è alla quattordicesima stagione in biancorosso, Sebastiani alla dodicesima”. Per quanto riguarda il mercato in entrata sono il portiere Roberti, che ha difeso la porta fregenate nell’ultima sfortunata stagione, e Matteo Laurato che si era messo in grande evidenza due stagioni fa. È stato poi raggiunto l’accordo con Brancati e Mauro Mazza. E non sono esclusi altri colpi a sorpresa. “È innegabile che siamo un po’ indietro, ma in questi giorni siamo molto attivi per arrivare a costruire una formazione che non punti di certo alla salvezza. Abbiamo anche altri tre acquisti di spessore da portare a termine – annuncia Corinaldesi – diciamo che partiamo con l’obiettivo di fare un campionato senza patemi d’animo, poi tutto quello che verrà in più sarà cosa gradita”. Sta tornando il Fregene dei record?

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli