19 ottobre 2017

Fuoripista: “cittadini sull’aeroporto sveglia”

Il convegno è stato incentrato sulla Riserva Naturale Statale del Litorale Romano compresa nel territorio del comune di Fiumicino, che offre una ricchezza significativa in molteplici settori: storico, geografico, scientifico, archeologico e naturalistico. “Al convegno hanno partecipato molte Autorità tra le quali anche il Sindaco di Fiumicino Mario Canapini, il quale non ha potuto fare a meno di parlare dell’ampliamento dell’aeroporto Leonardo da Vinci, ribadendo la posizione assolutamente ambigua che da anni ripete in occasioni simili come un disco rotto: “il Comune di Fiumicino vigilerà affinché venga assicurato il potenziamento dell’aeroporto nel rispetto dell’ambiente e della salute dei cittadini” – fanno notare i membri del Comitato FuoriPista –   Che cosa vuol dire? Forse il Signor Sindaco non si è accorto che è già tardi e che la Società ADR sta procedendo a tappe forzate per avere dal Governo Italiano il via e procedere con il raddoppio dell’aeroporto, mentre le Istituzioni locali latitano. Mentre il Comitato FuoriPista ha presentato numerose “Osservazioni” al contratto di programma presentato da ADR e, assieme alle più importanti associazioni ambientaliste e ad altre associazioni del territorio, ha presentato al Ministero dell’Ambiente altre “Osservazioni” alla Valutazione di Impatto Ambientale per l’ammodernamento di Fiumicino SUD, il Comune di Fiumicino non fa assolutamente nulla. Mentre il Comitato FuoriPista presenta un esposto alla Procura della Repubblica contro l’inquinamento acustico prodotto dal Leonardo da Vinci, il Comune di Fiumicino non fa assolutamente nulla. La fantomatica Commissione Speciale che si dovrebbe occupare dello sviluppo del territorio e di ascoltare i cittadini su temi importanti, in realtà è una scatola vuota, un fantasma. Il Comitato FuoriPista nel mese di marzo 2012 ha consegnato alla suddetta Commissione materiale importante da esaminare ed analizzare, ma evidentemente i membri della Commissione non hanno la competenza per esprimere un giudizio su un tema che dovrebbero conoscere perfettamente visto che non si sono pronunciati e non ci hanno più convocati nonostante l’impegno che si erano assunti. Ricordiamo inoltre al Sindaco – che recentemente, a valle della pubblicazione da parte dell’ARPA Lazio dei preoccupanti dati sull’inquinamento acustico nel territorio di Fiumicino – che abbiamo inviato anche a lui, come responsabile della salute dei cittadini, una lettera aperta per il ripristino della legalità con la messa a norma dei livelli acustici prodotti dagli aerei. Alla lettera non è stata data alcuna risposta. È evidente che il tema del raddoppio aeroportuale non interessa al Primo Cittadino perché non potrà ripresentarsi candidato a Sindaco alle prossime elezioni ed è altrettanto evidente che la fantomatica Commissione Speciale non è all’altezza di gestire un problematica di questo tipo”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli