22 ottobre 2017

Furti in casa, quanta amarezza!

ladri5

Avevo già scritto tempo fa per un tentativo di furto nella nostra casa in via Sestri Ponente. Ieri sera, purtroppo, abbiamo trovato la sorpresa! Una finestra blindata staccata completamente dal muro e casa sottosopra. Per non parlare delle cose personali che mancano, come oro, catenine regalate in occasioni speciali e tutte cose che hanno di fondo “poco” valore economico ma tante cose di valore affettivo. Sono entrata in casa sola alle 21.15 (ora di cena), con la luce del piano terra accesa e la finestra aperta (dalle segnalazioni arrivate all’Italpol pare che i furbi siano andati via nel momento in cui io entravo in casa infastiditi dal rumore della macchina) e trovarsi casa in questa maniera fa veramente male. Ma quello che fa più male è sentirsi dire “signorina, queste cose sono all’ordine del giorno qui” e così non dovrebbe essere. Il fatto che queste cose siano all’ordine del giorno non dovrebbe sminuire nessun caso, anzi dovrebbe far allarmare e far pensare che probabilmente c’è qualcosa che non funziona. Abbiamo aspettato poi i carabinieri 45 minuti e la mia domanda è: e se in casa ci fossimo state io o mia mamma? Che cosa avremmo dovuto fare? Questo messaggio ha lo scopo solo di far riflettere sul grande problema che ci troviamo ad affrontare tutti e che fa male.

Giulia

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli