19 settembre 2017

Furto al bancomat, distrutto ufficio postale

ufficio postale mac 2 m 

I ladri hanno provato a far esplodere il telaio che contiene il distributore automatico con un sistema collaudato: saturare la gabbia con il gas e poi con un innesco far esplodere tutto. Ma la banda non doveva essere molto esperta perché la quantità di acitilene, sono state trovare due bombole fuori, è stata eccessiva e l’esplosione ha devastato l’ufficio postale, ha provocato un incendio e, paradossalmente, non ha aperto il bancomat che è rimasto nel telaio senza muoversi.

A quel punto i ladri se la sono filata di corsa, sembra senza prendere un euro, sul posto sono accorsi i carabinieri di Fregene e subito dopo i Vigili del Fuoco che hanno spento l’incendio. Lo stabile è stato posto sotto sequestro per verificarne la stabilità, per sicurezza è stata evacuata la famiglia che abitava al primo piano sopra l’ufficio postale, ancora non è chiaro se verranno trasferiti o solo spostati al piano superiore dove si trova un altro appartamento.

Di sicuro l’Ufficio Postale di Maccarese resterà chiuso a lungo, l’esplosione e l’incendio successivo lo hanno completamente sventrato. Sul posto questa mattina è arrivato anche il sindaco, Esterino Montino, insieme ad funzionari dei servizi sociali e della Protezione Civile che si stanno occupando della famiglia che si trovava sopra gli uffici.

In 100 secondi il botto…

botto 0 Botto 1
botto 3 botto 4

Dal 2009 ad oggi sono stati centinaia i colpi effettuati con questa tecnica, le forze dell’ordine dispongono di filmati che hanno ripreso nei dettagli la dinamica: in poco più di un minuto ladri esperti sono in gradi di far esplodere il bancomat, con un cacciavite manomettono lo sportello per creare un’apertura, un varco, attraverso il quale viene infilato un tubo collegato ad una bombola con una miscela di ossigeno ed acetilene che serve per saturare l’invaso. Con uno straccio intorno al tubo evitano la dispersione del gas all’esterno, quindi a distanza tirano via il tubo e fanno esplodere il box con un innesco elettrico. Dall’arrivo dei ladri sul posto al “botto” passano appena 105 secondi (http://www.youtube.com/watch?v=RdxAXx9kYxY).
Ma nel caso di Maccarese i ladri non dovevano essere molto pratici…

 

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli