21 settembre 2017

Autosospesi, Pdl, discarica e elezioni

“C’è bisogno di un confronto per varare un programma di fine mandato per avere una idea comune del Comune”, prosegue l’esponente politico, che insieme a Mauro Gonnelli guida il gruppo degli “autosospesi”. A distanza di un anno e mezzo dalle prossime elezioni comunali, riemergono dissapori interni nel Pdl, mai risolti. Amplificati da un lato dai malumori sorti per le vicende nazionali (referendum e elezioni amministrative), dall’altro dalle tante incognite che sembrano  profilarsi all’orizzonte in vista delle future elezioni, con “l’ingombrante” ombra di Mario Baccini che sembra allungarsi verso via Portuense, anche se l’interessato smentisce.
Insomma, la discarica o impianto di trattamento, non sembra l’oggetto reale del contendere. Anche se il modo con cui la Regione ha trattato l’argomento “impianto rifiuti di Fiumicino” non ha certo aiutato a tenere insieme i pezzi. E ha messo in seria difficoltà la compagine di centro destra tutta che sulla vicenda rischia di giocarsi le prossime elezioni.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli