20 settembre 2017

Graux: sulla pineta di Fregene pronti alla protesta

Caro sindaco,ti invio questa lettera, tramite stampa, allo scopo di coinvolgere e far condividere ai cittadini il persistere di un grave problema che da troppo tempo mi si chiede di intervenire in prima persona, questa missiva è simile a quella che inviai all’allora Assessore all’Ambiente Pasquale Proietti, oltretutto aprendo un portale online locale vedo il continuare a vedere quello che qualsiasi cittadino che ama il suo ambiente non vorrebbe mai vedere (allego le foto), troppo tempo e per questo penso che ci siano responsabilità gravi. Capisco i suoi molteplici impegni, capisco che tante opere di controllo lo fanno gli uffici (ma io sono anni che a rotazione denuncio, da solo, il degrado della pineta insieme a tanti cittadini con annesse firme), ora hai da 5 mesi  l’interim all’ambiente, ma questo non ti libera dalle responsabilità sul degrado e una conclamata malattia che versa la pineta di Fregene, comunque non riesco a capire come lei possa abbandonare in questo modo un assessorato così importante. Sporcizia, recinti in legno divelti e buttati a terra che giacciono incustoditi da mesi su Via Porto Venere, recinzioni in ferro divelte da precedenti lavori estivi ancora presenti nella loro bruttura,  giochi per bambini, costati euro alla collettività, abbandonati all’interno della pineta (i stessi dove potrebbero esser momentaneamente spostati nell’area a ridosso del pronto soccorso per poterli far fruire ai bambini). Questo degrado e l’oggettivo incancrenirsi della situazione ha un inizio, parlo di circa 5 anni addietro dove l’allora Ass.re Proietti, dopo mie molteplici pressioni, aveva definito un piano di intervento di tecnici per poter  conoscere il tipo di malattia che determinava l’attacco dei parassiti nei pini non autoctoni provenienti dall’Anatolia. Ma di queste analisi non se ne trova traccia, cosa è successo? Cosa si è fatto a tutela di un bene comune pagato, per la sua sistemazione, milioni di euro? Perché tutto questo ritardo? Per questo, ci sono mie lettere protocollate all’allora Ass.re Proietti, ed ora insisto sulla tua persona visto che attualmente presiedi gli uffici competenti. Ho visto che nel piano triennale sono stati stanziati per il 2011 ben 150 mila euro, ma adesso? Dobbiamo ancora accettare sporcizia e degrado? Che fine ha fatto la cooperativa di Cerveteri che dovrebbe tenere in ordine la pineta (magari quella non recintata). Se servirà a difesa del nostro bene utilizzerò ogni forma democratica di  protesta, di certo come ben sai io sto con i cittadini. Questa vale anche come richiamo a tutti quei cittadini che vogliono aderire a questa battaglia, associazioni e comitati. Grazie anticipatamente fiducioso di un tuo certo e determinato intervento.

P.S.
Non dirmi che non ci sono i soldi visto che di rotatorie e asfaltature varie abbiamo fatto il bis su molte strade.

Il  Capogruppo del Pdl Massimiliano Graux

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli