26 settembre 2017

Il Comune assume 40 vigili stagionali



In particolare, nella delibera si specifica che “tenuto altresì conto delle disponibilità in Bilancio, si ritiene, al fine di assicurare una forte presenza sul territorio di personale di vigilanza, di stipulare contratti di lavoro di tempo determinato pieno della durata di 36 (trentasei) ore settimanali, distribuite su n. 6 (sei) giorni la settimana, dal 01.12.2009 al 31.01.2010 per n. 40 unità lavorative, da ascrivere al profilo di Istruttore di Vigilanza – categoria C – posizione economica C1, attingendo dai nominativi dei candidati utilmente collocati in graduatoria".


Per fare fronte al nuovo capitolo di spesa il Comune ha predisposto una specifica variazione di Bilancio avvalendosi anche della norma, sancita dalla Legge Finanziaria 2007, che contempla per I Comuni la possibilità che “La quota dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni previste dal presente codice, annualmente destinata con delibera di Giunta al miglioramento della circolazione sulle strade, può essere destinata ad assunzioni stagionali a progetto nelle forme di contratti a tempo determinato e a forme flessibili di lavoro”. I periodi temporali definibili come stagionali, secondo una delibera di Giunta approvata nel 2007, sono tre: 1)  Stagione Balneare:  periodo indicato dal Sindaco con apposita ordinanza annuale; 2)  Stagione Natalizia: dal 10 Dicembre al 10 Gennaio; 3)  Stagione Pasquale: dalla settimana precedente alla settimana successiva alla Pasqua. “Considerato – prosegue la delibera – che in coincidenza con i periodi suindicati è necessario incrementare la presenza del personale di vigilanza urbana per lo svolgimento, tra l’altro, dei compiti di monitoraggio e controllo del flusso automobilistico, specie nel sedime aeroportuale e nelle località turistiche che insistono sul territorio comunale, oltreché delle funzioni più propriamente ispettive volte alla repressione del fenomeno negativo del trasporto abusivo e della vigilanza lungo gli arenili comunali ed aree limitrofe.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli