25 settembre 2017

Il convegno “terra, bonifica, museo, educazione”

La Riserva Naturale Statale del Litorale Romano compresa nel territorio del Comune di Fiumicino offre una ricchezza significativa di materiale interattivo di conoscenza, in molteplici settori: storico, geografico, scientifico, archeologico, naturalistico,come ci ha dimostrato nelle sue opere Alberto Branchini ,ottimo maestro e maggior studioso del territorio,la cui assenza  nel leggere e proporre soluzioni per il nostro futuro si fa sentire…
Su questo tema si terrà un convegno di studi il 26 e 27 settembre prossimo a Maccarese e Fiumicino. Il Convegno, promosso attraverso un  progetto presentato per il  Bando dell’ Assessorato all’ Ambiente, Litorale e Qualità della vita,volto alla valorizzazione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, in occasione del 20° Anniversario dell’istituzione dal Comune di Fiumicino e dall’Associazione ONG E.I.P Italia (Ecole Instrument de Paix)nel 40 anniversario della sua fondazione(1972-2012) come Sezione Italiana dell’ ONG Internazionale di Ginevra, si propone di mettere in rete, in diverse regioni d’ Italia, territori, musei e scuole accomunati da una stessa storia, le radici comuni della bonifica dalla malaria in aree malsane divenute agricole e produttive.
È una storia che viene da lontano, la proposta ha avuto infatti origine nel ’90 quando le famiglie dell’allora Scuola Media San Giorgio, oggi Albertini di Maccarese -Fregene, pensarono di donare alla scuola dei propri figli oggetti, utensili e altri materiali legati al lavoro della bonifica perché fossero esposti a memoria delle future generazioni.
L’ idea, dopo una lunga gestazione, ha trovato attuazione quando il 22 ottobre del 2009 grazie al contributo del Comune di Fiumicino è stato inaugurato nella sede scolastica della Scuola Albertini a Maccarese il Museo della bonifica, in un’ aula adiacente all’ Auditorium della scuola stessa.
Il Museo, in questi anni, è stato visitato dalle scuole ,dalle Associazioni del territorio ,da Istituti scolastici di Roma ,dai turisti italiani e stranieri che frequentano Fregene perché ,grazie al collegamento con la Stazione di Maccarese ,di fronte alla quale si trova la sede scolastica che lo ospita,è facilmente raggiungibile dalle stazioni Termini,Ostiense,Trastevere,ecc.
La speranza era che si potesse trovare una sede permanente ad hoc ,tale da consentire di ampliare questo primo nucleo di cultura materiale con altre donazioni di oggetti e testimonianze che gli abitanti di Fregene, Maccarese e Fiumicino custodiscono nelle loro case ,pronti a collaborare.
Questo auspicio non si è realizzato e la comunità scolastica della Scuola Albertini ,grazie alla costante disponibilità del Preside Lippa e all’ impegno della Prof Borrelli, direttrice del Museo, è giunta finalmente a definire la natura e la denominazione del Museo, destinato a restare di pertinenza della scuola: Polo Museale Scolastico della Bonifica di Maccarese, con l’ intenzione di dedicarlo al grande clinico Giovan Battista Grassi ai cui studi, principalmente, si deve l’ aver debellato l’ insetto vettore del plasmodio della malaria con l’ aiuto degli illustri colleghi Marchiafava, Bignami, Celli e Bastianelli.
Il Prof Luigi Campanella, coordinatore scientifico del Museo della bonifica dalle sue origini, ideatore dei musei scientifici nelle scuole grazie al progetto MUSIS finanziato dal MIUR ,direttore del Dipartimento di . Chimica –Museo di Chimica, che é divenuto attualmente Direttore del Polo Museale dell’Università La Sapienza di Roma (che comprende ben 27 Musei Universitari,)ha proposto che il Polo Museale Scolastico della Bonifica G.B.Grassi sia collegato con la rete museale della Sapienza , auspicando che le altre scuole del Comune di Fiumicino possano ,a  loro volta proporre altri poli museali coerenti con  le caratteristiche del territorio e gli indirizzi formativi dei singoli istituti.
L’idea è stata condivisa dall’ Ispettrice Sandra Perugini Cigni rappresentante del MIUR e membro del comitato scientifico del Museo e dal Direttore  Generale per le Relazioni Internazionali del MIUR Marcello Limina che sarà presente al convegno.
L’ Istituto Paolo Baffi di Fiumicino e il liceo Leonardo da Vinci di Maccarese  hanno aderito all’idea e presenteranno, in occasione del convegno, le loro proposte.
Inoltre altre scuole del comune presenteranno una proposta per la nascita di Poli museali   rete MUSIS nel territorio  del Comune di Fiumicino come museo diffuso.
Il Logo del Museo  della bonifica che figurerà  negli inviti, manifesti e dépliants  è il risultato della rielaborazione grafica dei lavori vincitori del concorso, indetto dall’ Assessorato alla Scuola e cultura del Comune e dall’ E.I.P Italia  tra gli studenti di tutte le scuole.
Vincitori ex aequo sono risultati due studenti Alessia Varacalli e Mirko Tesei dell’IIS .P. Baffi indirizzo alberghiero ,coordinati dalla Prof Danila Biricolti  e uno studente della Scuola  Albertini  Plesso di Maccarese, Valerio Gentile, coordinato dalla Prof Cinzia Corradini, che saranno premiati nel corso del Convegno: I loro disegni rappresentano ciascuno le peculiarità  del territorio che il Museo vuole testimoniare:natura, .cultura e opera dell’ uomo.
La scelta del gemellaggio con territori omologhi interessati ad uno scambio e interazione , mira a valorizzare nelle loro peculiarità alcuni dei “Gioielli di Fiumicino” in un’ottica di collaborazione tra l’ Università di Roma La Sapienza , le amministrazioni, le scuole , le associazioni del Territorio e la rete dei musei Storici della Bonifica in Italia.
Ci sembra un bel modo di celebrare la maggior età del Comune che speriamo migliori negli anni il suo impegno nel coniugare memoria dei luoghi e sviluppo, come auspicava Alberto Branchini. Ricordiamo le sue parole profetiche all’ inaugurazione del Museo “Questo Museo che oggi inauguriamo insieme a coloro che lo hanno voluto e sostenuto, soprattutto gli insegnanti , gli studenti e le loro famiglie ,ma anche le istituzioni che lo hanno finanziato, gli esperti che ne hanno illuminato il cammino rappresenta un momento di grande unione per questa comunità, un momento di ricordo del passato recente, ma anche una lettura del nostro presente e un’ opzione sul nostro futuro. 
Sono stati invitati a partecipare al Convegno di studi  i Direttori dei Musei della bonifica in Italia, i direttori dei consorzi di Bonificai sindaci dei comuni dove i musei hanno sede, i dirigenti scolastici delle Scuole dei territori per creare una rete di scambi di esperienze e attività comuni.

Regione Veneto Museo della Bonifica di San Dona’ Di Piave

Direttore Dr.Dino Casagrande

Sindaco Di San Donà Di Piave-Presidente della Provincia Di Venezia

Dr Francesca Zaccariotto

Museo Regionale della Bonifica di Taglio di Po Rovigo

Direttore Del Consorzio Di Bonifica

Delta Po Adige Ca Vendramin- Sindaco Taglio Di Po Dr. Marco Ferro

Consorzio di Bonifica del Delta del Po

Istituti di San Donà di Piave

Liceo scientifico G. Galilei – Liceo Classico  E. Montale-ITIS Vito Volterra-Istituto Tecnico per Geometri Carlo Scarpa

 

Regione Lazio

Museo della Bonifica Di Latina – (Lt)

Istituti di Latina

Scuola Secondariadi Primo Grado  Cena-Corradini

Istituto Istruzione Superiore –Agrario “San Benedetto” Latina …

Liceo Scientifico G. B. Grassi-

Liceo Scientifico Majorana

Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici  L.Einaudi

Regione Emilia –Romagna

Museo della Bonifica Ecomuseo  di Argenta –Ferrara

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli