21 ottobre 2017

Il film

A Tullymore, villaggetto costiero dell’Irlanda meridionale, l’anziano Ned Devine, uno dei 53 abitanti, vince quasi sette milioni di sterline alla lotteria (sei numeri come nell’italiano Superenalotto) e muore per l’emozione. Poiché non ha parenti, la vincita non può essere riscossa. Due suoi amici architettano un imbroglio con sostituzione di persona per dividere la somma tra la popolazione. A ciascuno toccano centotrentamila sterline (circa 227 milioni di lire). Una bella storia irlandese ben raccontata all’insegna della simpatia, scritta con efficacia e diretta con garbo dall’esordiente Jones, ex montatore e regista pubblicitario, recitata da un’affiatata squadra di caratteristi tra cui spicca D. Kelly nella parte di Michael che si sostituisce al morto. Quasi una favola con molto colore locale, appoggiata dalle allegre musiche di Shaun Davey e dai paesaggi dell’isola di Man, a mezza strada tra Irlanda e Inghilterra.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli