25 settembre 2017

Il giorno di Mauro Gonnelli

 

Gonnelli baccini m

Un giorno che probabilmente attendeva da tanto tempo, il coronamento di un sogno, sulle orme di suo padre, Luciano Gonnelli, che aveva a suo tempo guidato quella che allora si chiamava XIV Circoscrizione.
C’era tutto il Pdl questa mattina al suo fianco all’Hotel Tiber di Fiumicino per la presentazione del candidato sindaco del Pdl. Moltissimi consiglieri comunali, assessori, il sindaco Mario Canapini e anche colui che rischiava di far saltare la tela: Mario Baccini, seduto al suo fianco al tavolo dei relatori. Gonnelli – Baccini, da rivali ad alleati e che prima di iniziare il dibattito si sono stretti la mano e fotografati insieme.
Qualche sorriso tirato, un paio di assenze che non sono passate inosservate, ma niente rispetto alla battaglia politica che si è giocata dietro i riflettori. Il primo a prendere la parola è stato proprio Gonnelli che ha ringraziato l’ex deputato che “ha capito la situazione e ha dato l’opportunità ad un figlio di Fiumicino di rinnovare la classe dirigente affrontare questa sfida”. Un crescendo l’intervento di Gonnelli che faceva fatica a contenere la soddisfazione. Culminata con la consegna di un bouquet di fiori e garofani in sala, questi ultimi “simbolo della presenza di mio padre che mi ha trasmesso la passione per questo territorio e per la politica”. E nell’abbraccio con la figlia che proprio oggi compiva 18 anni, un inizio particolare di primavera sottolineato più volte. Quindi la chiosa con affondo finale: “se tutti metteremo il cuore in questa battaglia ce la possiamo fare, non vogliamo farci colonizzare da nessuno”. Evidente il riferimento al candidato di centro sinistra Esterino Montino e quello che sarà forse il leitmotiv della campagna elettorale.
Al fianco di Gonnelli un Mario Baccini più compassato in un momento non facile della sua carriera politica e che ormai sembra guardare alle prossime elezioni europee. “Sono qui a fare il gregario e per dare il mio pieno appoggio a Gonnelli convinto che questa classe dirigente saprà rispondere in pieno alla sfida politica che l’attende”.
“Sono passati 10 anni e ho fatto il mio tempo – ha detto Mario Canapini – spero di lasciare la mia fascia a Gonnelli che conosce alla perfezione questo territorio e che saprà innovare il programma e dare nuova linfa a questo territorio”.
Dopo sono intervenuti tutti i gruppi che hanno già espresso il loro appoggio al candidato sindaco, Giovanna Onorati, Roberto Severini a nome della Lista Noi Insieme, Raffaello Biselli per Destinazione Futuro, Simone Munaretto per Movimento per la Gente, Mauro Masili per il Movimento Civico per Fiumicino, Massimiliano Di Marco per Liberamente. E Roberto Merlini ha rivelato come tutto il gruppo che ha appena chiesto il commissariamento dell’Udc di Fiumicino e sfiduciato il segretario Angelo Caroccia, “confluirà in una lista civica che darà il suo totale appoggio a Gonnelli”.

 

 

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli